Politica / Regione

Commenta Stampa

La nuova giunta Pisapia costretta a svendere i propri beni

Milano: la giunta Moratti non pagava i fornitori da mesi


Milano: la giunta Moratti non pagava i fornitori da mesi
30/09/2011, 11:09

MILANO - E' ancora peggio del previsto la situazione economica del Comune di Milano. Negli ultimi mesi del suo mandato, la Giunta Moratti si era ben guardata dal pagare i fornitori del Comune di Milano, che adesso ovviamente stanno subissando di richieste di pagamento la nuova amministrazione. Inoltre, il punto chiave del bilancio approvato dalla Giunta Moratti, la vendita delle azioni di proprietà del Comune della Milano-Serravalle per 170 milioni di euro, si è rivelato un fallimento. Infatti l'asta è andata deserta ed ora il Comune, per cercare di recuperare qualcosa, ha organizzato una nuova asta ma con un prezzo base ridotto a 145 milioni. Ma è un altro buco, che si unisce ai tanti già presenti nel bilancio del Comune.
E naturalmente i consiglieri del Pdl, autori del disastro economico, ora se la prendono con la nuova giunta, accusata di aver fatto 52 milioni di tagli. Letizia Moratti non si è fatta scrupolo nel dire che "ci sono tagli pesanti su sicurezza, sociale, le biblioteche e i teatri di periferia che non possono contare su sponsor"; naturalmente senza dire chi ha provocato quei buchi di bilancio che costringono il Comune ad effettuare tagli. E meno male che c'è stato il processo contro le banche da cui la Moratti aveva acquistato derivati; altrimenti ci sarebbero state spese enormemente superiori.
Insomma, non solo ci sono i buchi di bilancio, ma il Pdl e la Lega stanno anche facendo di tutto per togliere all'assessore alle Finanze Bruno Tabacci la stoffa per ripararli. Resta solo la Milano-Serravalle, la cui vendita si sta dimostrando complicata. Ed ovviamente la colpa di chi è? Ovviamente, secondo il Pdl, è della vicenda che vede indagato Filippo Penati. Che altro?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©