Politica / Regione

Commenta Stampa

La Corte d'Appello accoglie il ricorso dei radicali

Milano: non ammessa la lista di Formigoni alle regionali


Milano: non ammessa la lista di Formigoni alle regionali
01/03/2010, 15:03

MILANO - Non si è ancora spento il clamore per l'esclusione della lista del Pdl dal Lazio, per consegna dei documenti fuori termine, che esplode un'altra bomba: la Corte d'Appello di Milano ha escluso la lista "Per la Lombardia", che è la lista civica guidata dal Presidente della Regione Roberto Formigoni. Accogliendo un reclamo dei radicali della lista Bonino-Pannella, i giudici hanno verificato che 514 firme avevano delle irregolarità formali (le uniche ravvisabili in questa sede): moduli di raccolta firme senza i timbri, senza la data dell'avvenuta convalidazione o del luogo. La lista di Formigoni aveva presentato 3935 firme; meno le 514, ne sono state dichiarate valide solo 3421. Poichè la legge prescrive che ciascuna lista deve essere sostenuta da un numero di firme non inferiore a 3500 e non superiore a 5000, la lista Formigoni non è sostenuta da un numero sufficiente di firme.
La lista Bonino-Pannella aveva sollevato analogo ricorso per la lista "Penati Presidente", che appoggia il candidato del Pd Penati; ma in questo caso la Corte ha verificato che si supera la soglia minima delle 3500 firme e quindi la lista è stata ammessa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©