Politica / Regione

Commenta Stampa

Mille Card della Salute nelle dieci municipalità di Napoli


Mille Card della Salute nelle dieci municipalità di Napoli
11/02/2013, 16:16

L’Assessore alla Sanità del Comune di Napoli, Giuseppina Tommasielli, ed il Vice Sindaco, On. Tommaso Sodano, presenteranno mercoledì 13 febbraio alle ore 11.30 presso la sala Giunta del Comune di Napoli l'iniziativa "Mille Card della Salute nelle dieci municipalità di Napoli - Un’iniziativa al servizio del cittadino".

La card della salute è un circuito che rende accessibili strutture e personale specializzato con i tempi della sanità privata e con i costi più vicini ai ticket della sanità pubblica. Un network gestito attraverso un portale (www.cardsalute.com), al quale è possibile accedere con un computer o anche con un telefono. Card della Salute  diventa così il passepartout per accedere a questa nuova concezione di sanità né pubblica, né privata ma personalizzata.

 

Grazie ad una sinergia con l’assessorato alla Sanità del Comune di Napoli, saranno distribuite mille card della salute nelle dieci municipalità di Napoli, oltre che presso lo stesso assessorato, per offrire gratuitamente ad alcuni cittadini questo nuovo prodottoche consente l’accesso allauna sanità a prezzi socialmente sostenibili. 

 

La crisi economica sta discriminando sempre di più l'accessibilità alla salute delle classi sociali più fragili — sottolinea l’assessore con delega alla Sanità del Comune di Napoli, Giuseppina Tommasielli. — Si sta configurando infatti una Sanità a doppia velocità, una per i più ricchi ed una per i più poveri. Il servizio sanitario pubblico in questa regione fa registrare i ticket più alti d'Italia e “copre” i cittadini solo per sei mesi l'anno. Infatti, a maggio, quando i centri convenzionati raggiungono i tetti di spesa, la salute diventa un bene “privato” su tutto il territorio campano. Questa è la regione dove non sono assicurati un grande numero di LEA (Livelli  Essenziali Assistenza) eppure è la Regione (vedi ultimi dati ISTAT – reddito disponibile per abitante € 12.522 a fronte di quello della Lombardia € 21.082) più povera d'Italia. La Card favorirà anche l'accesso gratuito a indagini semplici ma che favoriscono la prevenzione di malattie importanti come il K del colon dal momento che anche su queste importanti campagne di prevenzione la regione Campania registra un colpevole ritardo. Auspichiamo che questa Card sia l'occasione per mettere in moto un circuito virtuoso con l'adesione di un sempre maggiore numero di laboratori, gabinetti di diagnostica strumentale, medici ed operatori che offrano salute di qualità ed a basso costo.”

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©