Politica / Politica

Commenta Stampa

Milleproroghe. Condono in Campania bocciato da PD, IDV e Lega


Milleproroghe. Condono in Campania bocciato da PD, IDV e Lega
14/02/2012, 13:02

Le Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio del Senato della Repubblica, nell'ambito dell'esame del Decreto Milleproroghe hanno, questa mattina, valutato l'emendamento a firma dei senatori Nitto Palma e Carlo Sarro per la riapertura dei termini del condono edilizio 2003 in Campania, la cui applicazione fu negata per effetto di due arbitrarie iniziative normative della Giunta Bassolino, poi cancellate dalla Corte Costituzionale.

Dopo una lunga e serrata discussione, la votazione si è chiusa con un risultato di pareggio (21 favorevoli e 21 contrari) che, a termini di regolamento, equivale a non approvazione.

A favore si sono espressi il PDL, FLI e il Gruppo di Coesione Nazionale. Hanno votato contro il PD, Italia dei Valori e Lega.

Da oggi sarà ben chiaro ai cittadini campani che il Pd e l'Italia dei Valori, alleandosi con la Lega Nord, hanno negato loro la possibilità di esercitare un diritto, quello del condono edilizio, riconosciuto a tutti i cittadini italiani e, per di più, confermato da ben due sentenze della Corte Costituzionale che hanno ripetutamente affermato la piena applicazione della sanatoria anche al territorio della nostra Regione.

Ed è inutile opporre alla nostra iniziativa pretestuose esigenze di tutela ambientale; l'emendamento, infatti, vincola il rilascio del condono al parere favorevole delle Sovrintendenze con ciò assicurando l'effettiva protezione del paesaggio.

Il PDL Campano continuerà comunque nella sua battaglia per garantire la parità di trattamento tra i cittadini della Repubblica, a partire da quelli campani.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©