Politica / Politica

Commenta Stampa

Mimmo Falco per una città vivibile


Mimmo Falco per una città vivibile
16/02/2013, 10:09

«A Napoli dove l’IMU sulla prima casa è la più alta d’Italia, la qualità della vita è fra le più basse del Paese e ancor oggi all’estero la città è identificata tra i cumuli di spazzatura. Inquinamento atmosferico, la sanità che non decolla, la sicurezza alimentare sono tra le priorità della mia agenda elettorale», così Mimmo Falco, candidato del PDL ha parlato in un circolo del partito a Soccavo.

Sulla qualità della vita non si scherza e partendo dalla sanità egli ribadisce come dovrebbe essere unica e dello stesso livello per tutti i cittadini, vuoi che risiedano al nord che all’estremo sud d’Italia. «L’assistenza sanitaria è ancora disomogenea  - ha ribadito Falco - ed il ticket sui farmaci varia da Regione a Regione. Assistiamo ancora a penosi  viaggi della speranza alla ricerca di strutture in grado di offrire una assistenza adeguata. Viviamo in un periodo dove non si ha certezza neanche di quello che si mangia e allora bisogna dare una svolta nuova anche all’agricoltura, affrontando le scelte che il mio partito sta proponendo per il bene comune attraverso la tutela delle produzioni italiane tipiche dalle pericolose contraffazioni».

Il progressivo aumento di esse impone, dunque, un costante monitoraggio e una precisa analisi dell'impatto economico e sociale.

«Per un’agricoltura moderna - ha concluso Falco - bisogna puntare al rilancio dell’imprenditorialità giovanile, aiutando le imprese agricole attraverso la riduzione fiscale e conferendo ad esse appezzamenti del demanio agricolo».

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©