Politica / Politica

Commenta Stampa

Minacce a Metropolis, Di Nardo (IDV): "ora stato reagisca"


Minacce a Metropolis, Di Nardo (IDV): 'ora stato reagisca'
03/10/2011, 12:10

“Le vittime di una tale intimidazione non vanno lasciati soli, adesso lo Stato deve reagire”. Ad esprimere solidarieta’ all’intera redazione del quotidiano campano Metropolis, e’ il sen. Nello Di Nardo (Idv), che questa mattina, nella villa comunale di Castellammare di Stabia, ha partecipato a una manifestazione pubblica, a sostegno della testata, insieme ad esponenti del Partito Democratico. “Dopo la pubblicazione di notizie scomode su un pentito di camorra, il quotidiano e’ stato oggetto di attenzione da parte dei malavitosi che, dopo aver effettuato un raid presso la redazione del quotidiano nel tentativo di bloccare le copie ed evitare la messa in onda della rassegna stampa, hanno poi imposto alle edicole del territorio di non esporre le locandine e di ritirare le copie del giornale”, aggiunge il sen. Di Nardo. “Un atto camorristico grave, che allo stesso tempo mina seriamente anche il diritto alla libera informazione. Adesso forze dell’ordine, magistratura e tutti gli altri esponenti delle istituzioni locali, a partire dall’Amministrazione comunale, hanno il dovere di reagire a quest’aggressione ai danni non solo della redazione, ma anche di un’intera categoria di lavoratori, degli edicolanti”, continua l’esponente dipietrista, il quale chiede “maggiore attenzione per l’intero territorio”. «Grazie al coraggio di questi giornalisti -conclude il sen. Di Nardo- oggi la violenza della camorra e’ emersa ed e’ stata denunciata con forza. Ma a Castellammare, come in provincia di Napoli, ogni giorno sono decine, anzi, centinaia le vittime dei soprusi della camorra, sopraffatti con la violenza, su cui troppe volte cala un gelido silenzio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©