Politica / Politica

Commenta Stampa

Si pensa di poter spendere 12 miliardi. Ma presi dove?

Ministro Giovannini: "Entro giugno altri 100 mila giovani occupati"


Ministro Giovannini: 'Entro giugno altri 100 mila giovani occupati'
20/05/2013, 09:03

ROMA - Il Ministro del Lavoro Enrico Giovannini ha annunciato un piano "per i giovani" che dovrebbe dare 100 mila nuovi posti di lavoro per gli under 24, piano da presentare entro giugno. Progetto ambizioso: se andasse il porto, la disoccupazione giovanile scenderebbe sotto il 30% (attualmente è oltre il 38%). 
Le risorse potrebbero arrivare se l'Italia riuscirà a chiudere la procedura di infrazione aperta contro il nostro Paese. In questo modo dovrebbero liberarsi 10-12 miliardi di euro, soprattutto se l'Italia riuscirà a togliere le spese per le politiche del lavoro e le spese per infrastrutture dal calcolo del deficit. Un vecchio pallino del governo italiano, un escamotage per poter tornare alle spese pazze con i soldi pubblici a dispetto di un debito pubblico sempre crescente; ma questa volta ci potrebbe essere l'appoggio di Francia e Spagna, Paesi che sono in una situazione di deficit oltre il 3% e una disoccupazione alta (in Spagna supera il 25%) o in crescita (in Francia ha toccato a marzo l'11,5% che è un record da molti decenni a questa parte). 
Pare esclusa l'idea di ridurre il cuneo fiscale, che è molto onmerosa, rispetto ai risultati che può dare. Il primo obiettivo dovrebbe essere la cancellazione della norma Fornero che aumenta il periodo tra due contratti a tempo determinato da 10 a 60 giorni. Tornando a 10 giorni, questo dovrebbe creare, secondo Giovannini, nuovi posti di lavoro. Inoltre si sta pensando di estendere a tutta Italia una norma che esiste in alcune regioni: la possibilità di trasformare un contratto a tempo indeterminato per colui a cui mancano pochi anni per andare in pensione in due contratti part time: uno per il pensionando e uno per un giovane neoassunto. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©