Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ministro Romano: “chiediamo potenziamento delle misure per l’ortofrutta“


Ministro Romano: “chiediamo potenziamento delle misure per l’ortofrutta“
20/09/2011, 13:09

“Il settore ortofrutticolo attraversa un momento di grande difficoltà iniziato con la crisi nata con il caso dell’Escherichia coli. Le cose non sono migliorate nel corso di un’estate che ha avuto condizioni meteorologiche sfavorevoli.”
Con queste parole il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Saverio Romano, è intervenuto oggi al Consiglio dei Ministri dell’agricoltura e della Pesca a Bruxelles.
“La crisi di mercato del settore ha condizionato la campagna di commercializzazione delle pesche e più in generale della frutta estiva. Gli strumenti a difesa dei produttori, previsti dall’organizzazione comune di mercato per l’ortofrutta, si sono dimostrati inadeguati. L’Italia – ha proseguito il Ministro - unitamente ad altri Paesi produttori di ortofrutta, chiede, il potenziamento delle misure previste per le crisi di mercato, purtroppo i miglioramenti fino ad oggi apportati dalla Commissione sono assai limitati. Per tale ragione rinnovo oggi al Commissario la richiesta di modificare in modo sostanziale i regolamenti comunitari in modo da rendere più efficace la gestione delle crisi. Per evitare o ridurre le future crisi in un settore altamente vulnerabile ma anche strategico per l’Unione è indispensabile rendere più flessibili le disposizioni concernenti i ritiri dal mercato.”
“Nel documento che abbiamo presentato insieme a Francia e Spagna, vengono avanzate anche altre richieste di particolare rilievo. In particolare voglio sottolineare la questione relativa al regime dei prezzi di entrata. Si tratta di un meccanismo di estrema importanza per la stabilità del mercato, ed è – ha concluso Romano - pertanto indispensabile che la Commissione preveda efficaci modalità di applicazione e verifichi con scrupolo la corretta osservanza delle disposizioni da parte di tutte le Amministrazioni nazionali.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©