Politica / Parlamento

Commenta Stampa

MINORI, DE GREGORIO: VERGOGNOSO STOP AI FINANZIAMENTI COMUNALI


MINORI, DE GREGORIO: VERGOGNOSO STOP AI FINANZIAMENTI COMUNALI
16/09/2008, 12:09

"In una città come Napoli, che intende risorgere, si lasciano a casa i bambini e gli anziani. E' incredibile, ma mentre si finanziano a piene mani attività di cultura e spettacolo che certamente non hanno il sapore della indispensabilità, si nega agli istituti assistenziali laici e religiosi, che erogano assistenza a diecimila tra minori e anziani, il minimo necessario per continuare a vivere. Gli istituti protestano a Palazzo San Giacomo, ma l'appello dei duemila operatori socio-educativi ed assistenziali, degli insegnanti e del personale in genere, resta senza risposta da oltre un anno. Come si cambia Gomorra se non cominciando dall'educazione dei minori e dalla solidarietà? Se la necessità di strappare minori a rischio alla strada, se la sofferenza degli anziani e dei più deboli non interessa a nessuno, allora la battaglia l'abbiamo già persa".

Lo ha detto il senatore Sergio De Gregorio, presidente della delegazione italiana presso l'assemblea parlamentare della Nato. "Agli operatori degli enti di assistenza religiosi e laici va tutta la mia solidarietà – ha aggiunto De Gregorio -. Costoro garantiscono non solo l'istruzione dei bambini esposti ai rischi della strada, ma anche la loro protezione oltre gli orari scolastici, il vitto e l'assistenza primaria. Per non parlare degli anziani, che in tempi di crisi rappresentano l'anello debole della catena. E che cosa fa il Comune? Devasta ciò che con tanto sacrificio si è costruito nei quartieri a rischio, nelle enclavi della miseria e della devastazione sociale, negando somme dovute da oltre un anno e portando a morte certa gli istituti di assistenza. E' una vergogna che sottoporrò al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi come l'esempio più emblematico di quanto solitaria sia la costruzione di una Napoli migliore, nella quale egli stesso crede con tutte le sue forze. Da altre parti, si rema contro e questo ennesimo impegno mancato ne è la dimostrazione più lampante. Pagare per l'assistenza ai bambini di strada e agli anziani è un dovere, non un optional. Evidentemente i potenti che governano Napoli hanno messo a tacere perfino la propria coscienza".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©