Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Taglio di province e comuni

Misure anti-crisi all'esame dei ministri, manovra approvata

Più flessibilità per i contratti a tempo indeterminato

Misure anti-crisi all'esame dei ministri, manovra approvata
12/08/2011, 21:08

ROMA - Decreto con le misure anti-crisi all'esame dei ministri, approvata la manovra. Il contributo per i redditi oltre 90mila euro per i dipendenti è stato confermato. Stesso discorso per il contributo da 55mila per gli autonomi. I patrimoni mobiliari e immobiliari non sono stati toccati e con esclusione dei bot, sale al 20% la tassazione sulle rendite finanziarie. Taglio di province e comuni. Stretta sugli scontrini, contratti aziendali in deroga ai nazionali. Le festività infrasettimanali "non concordatarie" verranno spostate al lunedì.  Le misure anti-crisi prevedono inoltre più flessibilità per contratti a tempo indeterminato. Sarà più facile, dunque, licenziare i lavoratori. Previsti anche incentivi alla contrattazione sociale. Le riduzioni del Fas, il Fondo per le aree sottutilizzate che saranno anticipate di un anno, sono incluse nella bozza della manovra. Inoltre prima che iniziasse il Cdm, secondo quanto riferito da alcuni presenti, il presidente del Consiglio Berlusconi ha preso da parte il ministro Gancarlo Galan. "In questo momento non c'è cosa più grave che mostrarci divisi", ha detto Berlusconi a Galan. Il ministro pidiellino in giornata aveva infatti criticato alcuni dei provvedimenti annunciati. La bozza del decreto legge sulla manovra anticrisi prevede inoltre la liberalizzazione e privatizzazione dei servizi pubblici locali, fatta eccezione per l'acqua esclusa dall'esito del referendum e liberalizzazione delle professioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©