Politica / Politica

Commenta Stampa

Nitto Palma: "100mila firme per referendum o dimissioni"

Mobilitazione del Pdl campano per Berlusconi


.

Mobilitazione del Pdl campano per Berlusconi
13/07/2013, 12:11

NAPOLI - Sono tanti i processi nei quali è coinvolto Silvio Berlusconi, una "persecuzione" giudiziaria che dal 1994 ha visto l'ex premier indagato anche per l'impensabile. Sul versante politico si torna a parlare di Forza Italia, del progetto politico che ritorna dopo l'oblio della debacle elettorale poi risanata alle ultime politiche. E si riparte proprio da lui, da Silvio Berlusconi e non potrebbe essere altrimenti abbracciando non solo le sue battaglie di verità e giustizia ma incarnando l'espressione dell'elettorato. Ma per fare questo c'è bisogno di arginare le velleità di certa magistratura che pensa di essere al disopra della democrazia e quindi del popolo sovrano. Alla convention non ha fatto mancare la sua presenza il governatore Stefano Caldoro che ha rimarcato l'importanza dell'unità di tutta la coalizione di centrodestra. Su questo versante la mobilitazione chiesta dal senatore Francesco Nitto Palma, coordinatore regionale del partito di Berlusconi ha soprattutto la mission di abbracciare il referendum sulla riforma della giustizia proposto dai Radicali di Pannella. "Dobbiamo raccogliere nelle prossime settimana 100 mila firme in Campania. Chi non è d'accordo può andare a casa. Il partito è impegnato in prima persona nella raccolta e se non si avranno i risultati per i quali ci impegniamo, allora mi aspetto le dimissioni di tutti i coordinatori che farò recapitare a Berlusconi compre le mie". Lapidario Nitto Palma; la mission è chiara, e non da adito a confusioni di sorta. 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©