Politica / Parlamento

Commenta Stampa

"L'Italia va avanti coi fatti". La Lega: ormai il re è nudo

Montezemolo attacca Bossi: "Capace solo di proclami"


Montezemolo attacca Bossi: 'Capace solo di proclami'
26/09/2010, 15:09

ROMA - L'ennesimo affondo di Montemezolo stavolta mira a colpire il Carroccio ed il suo leader, Umberto Bossi. Un attacco che il presidente di Italiafutura fa partire direttamente da un editoriale intitolato "I fatti di chi produce e le parole (e gli insulti) di chi ha fallito". La Lega, secondo l'ex presidente di Confindustria, è "corresponsabile di 16 anni di non scelte, che hanno portato il paese ad impoveririsi materialmente e civilmente". "Anche sul fronte delle rivendicazioni specifiche del suo elettorato Bossi ha combinato ben poco (guardare alle promesse sul federalismo per credere). Dubitiamo infatti - si legge nell'editoriale - che i suoi elettori l'abbiano mandato in Parlamento per difendere Cosentino e Brancher".
Secondo Montezemolo "delle parole a vanvera di una classe politica screditata gli italiani ne hanno piene le tasche: in particolare quelli che lavorano e producono. Quegli italiani che, a differenza di Bossi, tengono in piedi il paese con i fatti e non con le parole".
Il secondo j'accuse in meno di dieci giorni (il primo scatenato dal caso Cosentino) innesca un tourbillon di provocazioni. Il primo ad attaccare Montezemolo è Ignazio La Russa, il quale invita il presidente di Italiafutura a candidarsi, "così - spiega il Ministro della Difesa - potremo vedere qual è il suo consenso". Di più: "La gente ne ha piene le scatole? Si, di pseudoindustriali, di un sindacato come la Confindustria che si comporta come una quarta carica dello Stato e di Montezemolo, ormai un Re Nudo. Il popolo, il nostro popolo è il motore del cambiamento contro chi vuole un Paese morto" sentenzia il senatore della Lega Piergiorgio Stiffoni.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©