Politica / Parlamento

Commenta Stampa

L’ex numero uno di Confindustria, rilancia Italia Futura

Montezemolo: "Il one man show è finito"


Montezemolo: 'Il one man show è finito'
24/11/2010, 21:11

ROMA – È apparso un Montezemolo fiducioso e ottimista, quello che oggi al convegno di Italia Futura, ha parlato delle nuove proposte dell’associazione di cui ne è presidente. L’ex numero uno di Confindustria, dopo aver annunciato uno suo maggiore impegno, non ha risparmiato critiche neanche così velate alla politica italiana dell’ultimo decennio. "Il one man show è finito, in qualunque azienda o società civile il lavorare insieme, lo spirito di squadra per far crescere i collaboratori più bravi di noi aiuta l’azienda o il paese". Montezemolo, dichiara inoltre che lo sforzo corale di ricostruzione della nazione deve vedere la partecipazione di moltissimi, non di pochi che si sentono superman.
Quanto alla nuova fase di Italia Futura per l’occupazione giovanile, spiega che la presenza dell’associazione sul territorio crescerà, alla ricerca di quelle eccellenze civili di cui l’Italia è ricca soprattutto nelle realtà locali. Ed aggiunge: "Continueremo a far sentire la nostra voce sapendo che il contributo della società civile è utile, piaccia o no alla classe politica, che non ha il monopolio della cosa pubblica. Non vorrei che la res pubblica fosse considerata cosa privata dalla classe politica".
Parlando poi della sua vita, l’ex presidente di Confindustria, racconta di essere una persona fortunata e privilegiata e proprio per questo desiderosa di fare qualcosa per il paese, aiutato dai tanti italiani che "vogliono migliorare una nazione che merita di più". Ricorda infine, che il futuro non è né di destra né di sinistra ma "dei nostri figli" e che l’orizzonte del paese è quello di una nazione che è "stanca di piangersi addosso e vuole trovare già oggi le idee e le energie per costruire il futuro".

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©