Politica / Politica

Commenta Stampa

"La politica li ha diseducati, bisogna intervenire"

Monti al Time: "Voglio cambiare le abitudini degli italiani"


Monti al Time: 'Voglio cambiare le abitudini degli italiani'
09/02/2012, 19:02

WASHINGTON – All'apparenza una missione impossibile, o quasi. Quale? Cambiare gli italiani: "Lo spero, perché altrimenti le riforme strutturali sarebbero effimere". Mario Monti, in un'intervista video pubblicata dal settimanale Usa, Time, risponde alla domanda dell'intervistatore che gli chiedeva se il governo non stia in qualche modo cercando di modificare cultura e modo di vivere degli italiani. E il presidente del Consiglio ammette quello che in molti pensavano: per fare le riforme, bisogna cambiare le abitudini degli abitanti del Belpaese. "La politica quotidiana - ha aggiunto poi Monti - ha diseducato gli italiani" e c'é la tendenza a vedere "tutto il male" nella classe politica. "Dobbiamo cercare - ha concluso - di dare il senso della meritocrazia e della competitività che crediamo siano necessarie". Quanto a Silvio Berlusconi, che sembra aver sotterrato l'ascia di guerra, il premier cosi' spiega il cambio di linea: "Penso che egli veda che sta guadagnando terreno nella credibilita', reputazione e considerazione internazionale come uomo politico, quanto piu' si dice favorevole a questa trasformazione e rivoluzione dell'Italia".

L’INCONTRO CON OBAMA -
Monti e Obama discuteranno "i passi complessivi che il governo italiano sta compiendo per riconquistare a fiducia dei mercati e per rafforzare la crescita attraverso le riforme strutturali", fa sapere la Casa Bianca. Temi del confronto fra i due leader anche la rete di protezione del sistema finanziario europeo, la sicurezza, il Medio Oriente ed iprossimi summit del G8 e della Nato che si svolgeranno negliUsa. L’incontro si svolgerà nel primo pomeriggio (intorno alle 21 italiane) e sarà seguito da una dichiarazione congiunta alla stampa. Nel comunicato della Casa Bianca si legge come i due leader parleranno anche delle prospettive di espansione della rete di protezione del sistema finanziario europeo. Si sottolinea quindi come "Italia e Stati Uniti sono stretti alleati nell'ambito della Nato e si coordinano continuamente su una vasta gamma di priorità regionali e globali".
"L'Italia - prosegue la Casa Bianca - è membro fondatore della Nato e il presidente Obama apprezza l'importante contributo che l'Italia dà alla sicurezza internazionale, all'interno dell'Europa e fuori, compresa la sua attuale leadership della missione Isaf in Afghanistan". "Il presidente Obama - si sottolinea ancora nella nota - si consulterà quindi col primo ministro Monti sulla preparazione dei summit del G8 e della Nato che si svolgeranno negli Stati Uniti e che saranno ospitati dalla città di Chicago". Saranno anche discussi - conclude la Casa Bianca - gli sviluppi della situazione nel Medio Oriente e in Nordafrica.
Quella del presidente del Consiglio Mario Monti in Usa, dove incontra oggi il presidente degli Stati Uniti Barack Obama alla Casa Bianca, è una visita importante: ne è convinto l'ambasciatore Usa in Italia David Thorne. In un messaggio Twitter, Thorne scrive che l'intervista rilasciata da Obama a La Stampa "mostra l'importanza della visita di Monti in Usa".
 

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©