Politica / Politica

Commenta Stampa

Proposte per stimolare la spesa pubblica in Unione Europea

Monti alla Ue: "Togliamo dal deficit investimenti e rimborsi"


Monti alla Ue: 'Togliamo dal deficit investimenti e rimborsi'
05/05/2012, 14:05

ROMA - Monti si prepara a preentare il suo piano per la crescita dell'Italia: ha già sondato il Presidente della Commissione Europea Barroso, la Cancelliera tedesca Merkel e il premier inglese Cameron, per un primo parere. Il piano punterebbe a concedere una fortissima deroga al Trattato di Maastricht, prima della messa a punto del fiscal compact. La deroga consisterebbe nel non calcolare nel deficit le spese per investimenti e i pagamenti arretrati fatti ai fornitori dello Stato. Questo consentirebbe all'Italia di pagare i circa 70 miliardi che deve alle imprese (quasi 5 punti di pil) oltre a sbloccare un po' di soldi per investimenti.
Naturalmente non sarà una impresa facile smuovere la rigidità dei Paesi del Nord Europa dalla linea del rigore. Senz'altro, la vittoria domani di Hollande sarà un aiuto in questo senso. Ma Monti sta cercando aiuto anche da Washintong, con Obama che può dare una copertura "politica" alle modifiche che il piano introdurrebbe.
Questa è l'apparenza. Ma la sostanza è molto diversa. Il piano di Monti non è altro che un diversivo per nascondere il sostanziale fallimento delle sue politiche. Il pareggio di bilancio è irraggiungibile nel 2013, nella migliore delle ipotesi mancheranno 10-15 miliardi, pari allo 0,7%-1% del Pil. Sempre ammesso che il Pil rimanga entro le previsioni (-1,3% nel 2012, -0,3% nel 2013) e che le misure prese sia dal governo Berlusconi che dal governo Monti apportino il gettito previsto. Oh, certo, a parole ci sono le entrate provenienti dalla lotta all'evasione fiscale, la spending review, ed altre misure simili; ma in realtà sono nella migliore ipotesi dei palliativi. E quindi ecco questa proposta, che non è certo nuova: sono almeno 8 anni che Berlusconi ne parla, di separare la spesa per investimenti dal debito publico; e finora è stato sempre respinto dato che è un evidente escamotage per aggirare i limiti del Trattato di Maastricht. Perchè dovrebbe esere concesso oggi lo stess escamotage a Monti?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©