Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Lettera del Premier ai 27 colleghi europei

Monti: chi fa riforme difficili va ricompensato


Monti: chi fa riforme difficili va ricompensato
15/03/2013, 09:36

ROMA  - In una lettera consegnata dal presidente del Consiglio, Mario Monti,  ai suoi colleghi europei  si legge che : l'Italia ''dovrebbe oggi poter utilizzare ogni possibile ulteriore margine'' previsto dal patto di stabilitò ''per attuare immediatamente un piano di sostegno alla creazione di posti di lavoro ''. 

I 27 (secondo quanto  scrive il premier italiano  uscente) devono individuare ''i mezzi per incoraggiare e ricompensare gli Stati membri che si impegnano ad attuare riforme difficili''.  Nella lettera consegnata ai leader prima del vertice si legge ancora:  Il ''caso italiano e' stato molto seguito '' dai leader ''interessa, impressiona e preoccupa tutto i governi''.

Mario Monti ha definito l'Italia ''un caso in cui una politica economica per mettere un paese'' in linea con la disciplina ''deve integrarsi con politica per la crescita''. Il presidente della Commissione Ue Barroso,  ''ha riconosciuto che non ci sono contraddizioni'' con le richieste di maggior flessibilità  dell'Italia.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©