Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Alfano: "Rai e giustizia non sono una priorità"

Monti: "E' doveroso per noi occuparci di giustizia"

Il premier: "Ne parleremo dopodomani con i partiti"

Monti: 'E' doveroso per noi occuparci di giustizia'
13/03/2012, 20:03

ROMA - Il governo non ha un mandato «predeterminato» e dunque deve occuparsi anche di giustizia, ma è vero che «non può prescindere da un'esplorazione politica delle concrete possibilità che il Parlamento la approvi». Così il premier Mario Monti, a proposito della possibilità che il governo si occupi di giustizia.  «Nell'incontro dopodomani a Palazzo Chigi con i responsabili dei tre gruppi che sostengono questo governo» la giustizia «sarà tema considerato».  «Un governo come il nostro, che è tutto teso secondo il mandato ricevuto» con «una vocazione al superamento della crisi ed rilancio della crescita» è «doveroso si occupi, come fa e intende fare, anche dei temi della giustizia, soprattutto quella civile», ha spiegato Monti nella conferenza stampa al termine dell'incontro a Palazzo Chigi con la cancelliera tedesca Angela Merkel. «Il tema della corruzione non può essere al di fuori dell'ottica del governo, come ricordato domenica scorsa dal presidente del Senato Renato Schifani», ha aggiunto il premier spiegando che quella sulla giustizia «come ogni altra iniziativa, è un'iniziativa che non prescinde da un'esplorazione politica delle concrete possibilità che il Parlamento la approvi». «Nell'incontro di dopodomani sera a Palazzo Chigi con i responsabili dei tre gruppi che sostengono» questo Governo, quello della giustizia «sarà un tema considerato», ha ribadito Monti. 
«Sulla giustizia il nostro menu è abbastanza ampio». Ha ribadito invece il segretario del Pdl, Angelino Alfano, oggi ad Agrigento. «Vi è il ddl anticorruzione a firma del governo Berlusconi e mio - ha aggiunto - le intercettazioni, il giusto processo, la riforma costituzionale della giustizia e la responsabilità civile dei magistrati ed è per questo motivo che già giovedì ho proposto una sessione sulla giustizia».  «Il primo punto è il lavoro così come avevamo chiesto, quindi bene l'agenda Monti. Buone ultime sono arrivate le questioni Rai e giustizia: se faremo in tempo ce ne occuperemo se qualcuno vorrà occuparsene se ne occuperà». Ribadendo poi: «Di Rai e giustizia parli chi vuole - ha aggiunto - noi non abbiamo alcun problema a parlare di tutti gli argomenti dello scibile politico. Il tema vero in Italia in un momento di emergenza economica sono le priorità: il lavoro e l'accesso al credito per le famiglie e le piccole e medie imprese». «Noi domani al presidente dell'Abi Mussari porremo delle questioni ben precise - ha proseguito - le banche non possono ricevere 139 miliardi di euro dalla Bce all'1 per cento senza che i cittadini ne abbiano alcun beneficio». 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©