Politica / Politica

Commenta Stampa

Monti: "I giovani si abituino, non esiste più posto fisso"

Il presidente del Consiglio ospite di Matrix

Monti: 'I giovani si abituino, non esiste più posto fisso'
02/02/2012, 09:02

Quello che arriva negli studi televisivi di Matrix è innanzitutto un presidente del Consiglio entusiasta per i dati dello spread che va verso il basso. Mario Monti, ospite a Canale 5, festeggia il differenziale tra i titoli di stato italiani e quelli tedeschi:  “Lospread deve scendere ancora e scenderà” . Poi il premier passa alla dissertazione di altri argomenti: lavoro e liberalizzazioni. Innanzitutto Monti si rivolge ai giovani “che devono abituarsi all'idea di non avere più il posto fisso a vita: che monotonia. E' bello cambiare e accettare delle sfide”. Pertanto per il presidente è necessaria una riforma del lavoro efficace, e l’articolo 18 “non è un tabù”, anzi ha “ha determinato un terribile apartheid nel mercato del lavoro tra chi è già dentro e chi, giovane, fa fatica ad entrare”. Decisa la posizione di Monti sulle liberalizzazioni: “"Non abbiamo proposto di toccare solo gli interessi di avvocati, farmacisti, notai e taxisti.” Egli sostiene che se gli italiani capiscono che prima o poi bisogna rinunciare a qualcosa “con un disarmo multilaterale dei privilegi e delle rendite, staremo tutti meglio. Non per solidarietà e generosità, ma per il proprio stretto interesse in una prospettiva lunga nel tempo”.  Alla domanda sul futuro politico dell’Italia e se c’è la possibilità che egli  continui la sua esperienza dopo il 2013, ha risposto: “Non avrò più responsabilità”.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©