Politica / Politica

Commenta Stampa

No alla contrattazione nazionale, sì a quella locale

Monti: "I tre pilastri del governo: equità, crescita e rigore"

Molti impegni e molte promesse

Monti: 'I tre pilastri del governo: equità, crescita e rigore'
17/11/2011, 14:11

ROMA - Un discorso molto applaudito (ben 17 volte) e con molte promesse: è stato questo il risultato dei 48 minuti di discorso di Mario Monti, in attesa della fiducia di stasera.
I contenuti sono stati i più vari. Dopo un inizio con i complimenti di prammatica per il Parlamento e la sua funzione e per l'ex Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi, si è passati a parlare di quelli che, per Monti, saranno le colonne della sua azione: rigore, equità, crescita. Con queste misure, ha aggiunto, sicuramente lo spread calerà e questo aiuterà il debito pubblico.
Ha annunciato una nuova manovra economica nelle prossime settimane, anche se ha annunciato che verranno effettuati anche tagli alla politica. Ma soprattutto verrà reintrodotta l'Ici sulla prima casa e verranno colpite le pensioni perchè "il sistema pensionistico non è equo". Verrà incentivata l'occupazione femminile e giovanile e si cercherà di migliorare la scuola, perchè rigore e crescita devono andare di pari passo.
Ha inoltre specificato che la riduzione delle tasse potrà avvenire, ma solo nel tempo, man mano che la crecita permetterà di aumentare le entrate fiscali senza aumentare la pressione fiscale.
Al discorso hanno assistito anche la moglie e i figli di Monti. Alla fine il Presidente del Consiglio ha portato copia del discorso alla Camera dei Deputati, dove domani mattina alle 9.45 comincerà la discussione sul voto di fiducia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©