Politica / Politica

Commenta Stampa

Domani Napolitano incontrerà gruppi parlamentari

Monti si è dimesso


Monti si è dimesso
21/12/2012, 21:20

ROMA - Monti si è ufficialmente dimesso.
In una nota del Quirinale si legge che:
“Giorgio Napolitano, ha ricevuto oggi alle ore 19.00 al Palazzo del Quirinale il Presidente del Consiglio dei Ministri, senatore Mario Monti che ha rassegnato le dimissioni del governo da lui presieduto, già preannunciate come irrevocabili secondo quanto risulta dal comunicato diramato dal Quirinale l'8 dicembre scorso”.
Domani il Capo dello Stato consulterà i Presidenti dei gruppi parlamentari.

Aggiornamento a cura di Titti Alvino 


ROMA  –  Mario Monti oggi ha salutato gli ambasciatori italiani presenti nella Conferenza della Farnesina spiegando:“Con ogni probabilità questa mia visita e queste mie parole sono l'ultimo atto e le ultime parole prima di quelle di formale rassegnazione delle dimissioni nelle mani del capo dello Stato”.
Il Premier, ha dichiarato, che questo ultimo evento per lui è stato: "simbolico e a me molto gradito".
Il Professore ha poi parlato della situazione europea: “Nell'attuale contesto globalizzato e a maggior ragion in un contesto delicato come l'attuale, non c'é paese che possa decidere il suo destino da solo prescindendo dalla concertazione con gli altri. La situazione dell'Europa e dell'euro è notevolmente migliorata anche grazie all'Italia”.
Il Ministro degli affari Esteri durante l’incontro ha detto: “Siamo alla conclusione di una legislatura che ha visto il Paese reggere l'urto di una crisi senza precedenti. L’Italia, ora più che mai, ha bisogno di poter affrontare le sfide che l'attendono ritrovando fiducia e serenità ed una rinnovata coesione”.
Terzi ha poi aggiunto: “ Ripresa vuol dire anche agire in favore della stabilità, per la soluzione dei conflitti, per la ricostruzione dei Paesi colpiti dalle guerre, per i diritti umani e per la democratizzazione. L'influenza di un paese sulla scena internazionale, infatti, non è solo definita dalle sue prospettive economiche e finanziare ma, più in generale, dalla sua solidità, dalla percezione che di sé sa offrire, dalla sicurezza e dall'affidabilità che ispira nei partner. Un obiettivo per il quale c'é ancora molto da fare”.

 

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©