Politica / Politica

Commenta Stampa

Monti-Hollande: "Manteniamo integrità zona euro"

Stabilità e futuro per l'Europa da parte di Italia e Francia

Monti-Hollande: 'Manteniamo integrità zona euro'
31/07/2012, 19:57

Il monito è sempre lo stesso: “Non ci possiamo permettere neanche un minuto di disantezzione”. E’ il messaggio lanciato nuovamente dal presidente del Consiglio Mario Monti, al termine dell’incontro all’Eliseo con Francois Hollande. A Parigi insieme al ministro dell’Economia Vittorio Grilli e a Enzo Moavero degli Affari Europei, il premier ha affermato al termine dell’incontro: “Con il presidente Hollande ed i membri del suo governo abbiamo ragionato sulle prossime scadenze, per le quali, di nuovo, Francia e Italia desiderano lavorare insieme”. E ha continuato: "Francia e Italia, in particolare in questa fase hanno un'intensità di collaborazione stretta nel contesto Ue e anche bilateralmente. I buoni risultati ottenuti unanimemente al Consiglio europeo ed all'eurosummit del 28 e 29 giugno sono dovuti anche all'ottimo lavoro preparatorio che il presidente Hollande e io, lavorando con altri colleghi dell'Ue ed in primo luogo con la cancelliera Merkel, abbiamo potuto contribuito a preparare". Dal canto suo Hollande ha detto a margine dell’incontro: “Ho ricevuto Monti e parte del suo governo per ricordare ancora una volta la nostra volontà di fare tutto perché anzitutto siano applicate le decisioni del Consiglio europeo, perché la zona euro sia difesa, preservata e consolidata, perché noi possiamo lavorare per la sua integrità e perché le questioni poste siano regolate nel quadro della zona euro di oggi che sarà la zona euro di domani”. “Ancora una volta”, ha concluso, “la qualità delle nostre relazioni è molto importante per regolare le questioni che sono di nostra responsabilità per i giorni a venire e per consolidare e rafforzare la zona euro”.  La conclusione dell’incontro è stata affidata ad una dichiarazione congiunta, nella quale i due leader hanno dichiarato: “Le conclusioni del Consiglio europeo del 28 e 29 giugno scorso debbono essere attuate rapidamente. I dispositivi e gli strumenti previsti in tale occasione debbono poter essere utilizzati nel minor tempo possibile, qualora necessario. Le iniziative per la crescita comune dell'economia dell'Unione Europea e per l'occupazione devono essere concretizzate il più rapidamente possibile. La Francia e l'Italia ribadiscono il proprio profondo attaccamento all'integrità della zona euro e sono determinate a fare di tutto per proteggerla”.

 

 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©