Politica / Regione

Commenta Stampa

Montoro e Capua protagoniste di Ragazzi in Aula


Montoro e Capua protagoniste di Ragazzi in Aula
04/05/2012, 10:05

L’istituzione dei “Centri Sociali Giovanili”, la costituzione di un’Associazione per la Tutela del Patrimonio Ambientale. A prevederlo sono i due progetti di legge esaminati e approvarti oggi, nell’aula dell’assemblea regionale campana, rispettivamente dagli alunni dell’Istituto Comprensivo “Pier delle Vigne” di Capua (Ce) e dagli alunni della Scuola Statale di Primo grado “M. Pironti” di Montoro Inferiore (Av), protagonisti dell’iniziativa “Ragazzi in Aula” voluta dalla presidenza del Consiglio regionale della Campania per avvicinare alle istituzioni regionali i giovanissimi che diventano, in un’attività di simulazione guidata, ‘legislatori regionali per un giorno’.

Accolti in aula dal presidente dell’assemblea legislativa campana, Paolo Romano, i 40 giovanissimi ‘consiglieri’ della “Pier delle Vigne”, accompagnati dagli insegnati Lucia Ventriglia , Maria D’Onofrio, Teresa Manco, Rosanna Iovinelli e Teresa Caruso, hanno illustrato e approvato, sotto la guida del presidente Romano, in interessante provvedimento volto a ‘recuperare’, attraverso l’impegno formativo (laboratori artigianali) e sportivo i giovani a rischio.

Accompagnati dal Dirigente scolastico, Carmine Iannaccone, e dagli insegnati Annamaria Castiello, Domenico Iannone, Vincenzo Lettieri, Iolanda Tirella e Silvana De Rosa, gli allievi della “Pironti” hanno invece puntato sull’istituzione di un’associazione destinata a valorizzare l’impegno dei giovani a favore dell’ambiente, di un territorio particolarmente prezioso dal punto di vista ambientale. Una proposta, questa, che ha trovato il particolare favore del presidente Romano che ha invitato la dirigenza scolastica della scuola montorese a formalizzare la relativa proposta alla presidenza del Consiglio per la sua realizzazione concreta, considerato, ha detto Romano, “come queste realtà aggregative impattino positivamente, soprattutto nelle aree interne, sullo sviluppo sociale del territorio”.

“Ancora una volta – ha poi commentato il presidente del Consiglio regionale a margine della seduta di ‘Ragazzi in Aula’ – ho trovato nei nostri giovani cittadini non solo una particolare sensibilità per i temi e le problematiche più attuali e stringenti, ma anche e soprattutto quella capacità di proposta e di concretezza che può e deve costituire un importante punto di riferimento e riflessione per il legislatore regionale”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©