Politica / Politica

Commenta Stampa

Movimento 5 Stelle di Portici: "e-government per la gestione delle segnalazioni "


Movimento 5 Stelle di Portici: 'e-government per la gestione delle segnalazioni '
14/12/2011, 10:12

Il Movimento 5 Stelle di Portici oggi ha consegnato al Comune di Portici, direttamente al Suo Sindaco Vincenzo Cuomo, la proposta di adozione del “sistema” di e-government denominato Decoro Urbano.
Si tratta di un servizio gratuito per i cittadini e per le istituzioni; una proposta per una cittadinanza attiva in filo diretto con le amministrazioni pubbliche. Un utile ed innovativo strumento di segnalazione delle situazioni di degrado ambientale che permette a chiunque di far presente quali zone abbiano bisogno di un intervento, contribuendo, perciò, alla risoluzione dei problemi del territorio

Tramite un pannello di controllo l'Amministrazione può gestire le segnalazioni che giungono al servizio ed aggiornarne lo stato di lavorazione. I cittadini, da parte loro, possono inviare le segnalazioni direttamente dal sito web messo a disposizione o tramite uno smartphone (iPhone e similari).

COME FUNZIONA
“E’ un meccanismo che si autoalimenta (…) ciò che da noi sembra ancora surreale, in molte città statunitensi e in altre parti del mondo ed anche dell’Italia ha già preso il via. Il concetto è molto semplice: si vede qualcosa che non va, lo si fotografa e si invia la segnalazione tramite questo sistema automatizzato”.
Iscrivendosi al sito (DecoroUrbano.org), anche attraverso il proprio account di Facebook, è possibile segnalare (via pc o smartphone/iphone) discariche abusive, atti di vandalismo, dissesto stradale, affissioni abusive, problemi a zone verdi, segnalazioni in merito alla gestione dei rifiuti e segnaletica stradale.
Attraverso “Google Map” è possibile avere il quadro completo delle segnalazioni, le quali sono visibili pubblicamente sulla rete.
Per approfondire la funzionalità Vi invitiamo a visitare il sito www.decorourbano.org, Il Web deve essere utilizzato come strumento al servizio dei cittadini e quindi è lo strumento cardine di una Pubblica Amministrazione che voglia curare il proprio territorio.

Sergio Puglia: “Il Movimento 5 Stelle non è un partito politico a noi attivisti non interessa governare quando in una comunità cittadina le “cose”
funzionano. Quindi, se i partiti politici si comportano bene non c’è motivo che il MoVimento 5 Stelle si presenti. Purtroppo le cose non sono così a Portici. Notiamo un pressapochismo nell’operare che è strabiliante. Giusto per citarne un evento” fresco”: La brutta vicenda dell’installazione del ripetitore telefonico accanto ad una scolaresca di bimbi evidenzia il modo di operare che non ci appartiene. E’ impensabile agire nel settore ambientale senza preventivamente ascoltare e far partecipare la cittadinanza alle decisioni. Ci rendiamo conto che i partiti politici non sono abituati a questa mentalità di gestione poiché sono ancorati strettamente al concetto di democrazia rappresentativa. Il MoVimento Cinque Stelle invece vuole rovesciare questo “Sistema” in uno più buono e giusto la democrazia diretta e partecipata.” Il sistema che abbiamo proposto è uno dei tanti strumenti di questo futuro che ci immaginiamo.

Giovanni Erra: “I Media nazionali ci hanno dipinto come degli urlatori che vogliono solo far caciara. Ovviamente non è così, siamo semplici cittadini attivi che vogliono vivere bene e vedersi rispettare il diritto ad un’esistenza libera e dignitosa. Questi due concetti riteniamo siano stati sovrastati dalla gestione che i partiti hanno fatto fino ad oggi in Italia.
La proposta di oggi, completamente a costo zero, che abbiamo presentato al Sindaco di Portici, per noi è una ovvietà, un qualcosa che sembra strano che non ci sia in una comune italiano. Riteniamo che se venga applicata ed effettivamente gestita (quest’ultimo aspetto da non sottovalutare) noi abitanti di Portici avremo finalmente un sufficiente strumento di partecipazione. Faccio un semplice esempio: Qualche mese fa chiedemmo all’Assessorato al Commercio, nella persona dell’ avv. Aniello Pignalosa, con delega alle Affissioni e Pubblicità, di risolvere il problema dei manifesti abusivi e selvaggi a Portici, oltre a fornire idee ci offrimmo volontari per pulire la città da questi banditi del nostro ambiente urbano (che tra l’altro sono spesso gli stessi partiti politici). Ad oggi la questione è ancora nella totale inerzia. Ci siamo stancati di questi partiti con i loro politici, oggi è l’ora di una gestione diretta e partecipata delle Amministrazioni Locali.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©