Politica / Napoli

Commenta Stampa

Movimento 5 Stelle, perenne immobilismo alla Prima Municipalità


Movimento 5 Stelle, perenne immobilismo alla Prima Municipalità
28/02/2012, 10:02

Come Movimento 5 Stelle di Napoli denunciamo una situazione di perenne immobilismo alla Prima Municipalità (Chiaia/Posillipo/San Ferdinando) che ormai si protrae da diverso tempo, dove le questioni più importanti vengono rimandate all'amministrazione comunale e i consigli municipali si trasformano in convegni privi di effettivo potere decisionale. Questi consessi appaiono spogliati di reale significato e non garantiscono la tutela del territorio.

Denunciamo inoltre gli orari indecenti di convocazione dei consigli, ovvero i martedì alle ore 11 del mattino, quando nessuno può recarsi a causa dei propri impegni personali e professionali e che sembrano fatti apposta per isolare il consiglio dalla cittadinanza. Sebbene avessimo fatto richiesta di spostare le sedute al sabato mattina, in maniera tale da garantire piena possibilità di partecipazione democratica, essa è stata respinta dall'ufficio di presidenza del dott. Fabio Chiosi. Per questo presenteremo a breve una nuova richiesta di alternanza giorni e orario.

Al fine di creare un corridoio di trasparenza tra i cittadini e la municipalità, ci rechiamo a videoriprendere le sedute consiliari e a pubblicarle online sul nostro sito (www.movimento.napoli.it) e soprattutto a interagire direttamente con gli organi della municipalità attraverso proposte e richieste, come quella recente di installare bidoni per la raccolta dell'olio esausto nei vari quartieri della municipalità. In proposito bisogna ancora una volta riportare l'inerzia riscontrata nei consiglieri, da noi sollecitati più volte ad attuare quest'iniziativa che non comporterebbe alcuna spesa a carico della collettività, ma che tuttora stenta a prendere il decollo.

Ci auguriamo quindi che questo stato di cose possa cambiare e si possa recuperare il tempo perso, tornando a occuparsi delle questioni del territorio magari partendo proprio dalle proposto avanzate dal Movimento 5 Stelle.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©