Politica / Regione

Commenta Stampa

MPA Campania: nuove adesioni di amministratori locali


MPA Campania: nuove adesioni di amministratori locali
10/10/2009, 13:10

Quindici consiglieri di alcuni comuni della Campania hanno aderito al Movimento delle autonomie, lasciando il loro partito di provenienza. Lo ha reso noto il commissario regionale dell'Mpa Giovanni Pistorio
, in una conferenza tenutasi oggi all'Hotel Mediterraneo di Napoli. Erano presenti il vicepresidente del Consiglio regionale Salvatore Ronghi e i neoaderenti al movimento.

Si tratta di Biagio Montefusco per il Comune di Afragola, di Franco Gallo per il Comune di Torre del Greco e di Vincenzo Sorretto per il Comune di Cardito, che si sono aggiunti ai gruppi dell'Mpa gia' costituiti nei Consigli. Gruppi ex-novo, invece, sono stati formati da Antimo Farro, Rosaria Georgetto, Raffaele Capuano e Ernesto Salemme (Bacoli); Giuseppe Di Meglio e Mario Basentini (Ischia); Antonio Ascione (Ercolano); Giancarlo e Franco Cirillo (Trecase); Vincenzo D'Alterio, Salvatore Apostoli e Nicola Licciardiello (Qualiano). In particolare, queste ultime due adesioni, con il passaggio dall'Idv all'Mpa, sono secondo

Pistorio
''un grande segno di liberta' intellettuale, perche' in questo momento l'Italia dei valori e' un movimento in grande crescita''. Ma in generale l'adesione di ''giovani amministratori - prosegue il commissario - e' un fatto di rilievo. Sono persone che hanno compiuto questa scelta autonomista solo per passione nei confronti della loro citta'. Vuol dire che il nostro impegno coerente per il territorio raccoglie i suoi frutti''. Il partito, spiega

Pistorio
, gia' guarda alle elezioni regionali del 2010: ''Per il prossimo marzo vogliamo offrire ai campani una possibilita' di scelta. Soprattutto in questa regione, l'Mpa deve costituire una proposta forte''. Il riferimento e' alla ''crisi del centrosinistra e ad alcune incertezze del Pdl, come il ritardo sulla scelta del candidato e talvolta la poca considerazione per il sud''.

Pistorio
risponde anche ad alcune indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, su uscite e nuove adesioni al partito autonomista fondato da Raffaele Lombardo. Sarebbero pronti a lasciare il sottosegretario agli Esteri Vincenzo Scotti, il deputato Antonio Milo, il consigliere regionale Franco Brusco e l¿assessore provinciale di Napoli Antonio Iervolino. Sulla vicenda il commissario precisa che si tratta di ''voci da retrobottega della politica e sono convinto che non se ne andranno''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©