Politica / Politica

Commenta Stampa

MPAAF, Romano: “corpo forestale risorsa e orgoglio del paese”


MPAAF, Romano: “corpo forestale risorsa e orgoglio del paese”
15/10/2011, 12:10

“Desidero cogliere questa solenne occasione per ringraziare pubblicamente tutti gli uomini e le donne del Corpo Forestale dello Stato per il costante e prezioso lavoro che sono chiamati quotidianamente a svolgere nell’interesse di tutta la nostra comunità nazionale. Il Corpo Forestale dello Stato assolve con costanza e impegno al difficile compito di vigilare sul corretto rapporto tra ‘fruizione e qualità del territorio’ nel delicato equilibrio tra sicurezza ambientale e sicurezza agroalimentare”

Così il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Saverio Romano ha commentato, nel suo intervento al 189° di fondazione del Corpo Forestale dello Stato, il fondamentale ruolo svolto e ha sottolineato l’importanza del corpo nella sua quotidiana attività di tutela e valorizzazione del patrimonio forestale nazionale.

I dati relativi al lavoro svolto dal Corpo Forestale dello Stato nel 2010 testimoniano un’incessante e imponente attività che ha fatto registrare: oltre 14 mila reati complessivamente accertati e 36 mila illeciti amministrativi contestati, 833 mila controlli per un importo notificato di sanzioni amministrative pari a quasi 35 milioni di euro, circa 5.300 controlli effettuati nell’ambito della sicurezza agroalimentare e della corretta gestione dei fondi comunitari con l’accertamento di illeciti amministrativi per un importo notificato di 1,8 milioni di euro.

Ai successi e ai risultati conseguiti, si affianca a partire da quest’anno un ulteriore impulso, conferito dalla legge 3 febbraio 2011, n.4 che ha previsto l’ingresso permanente del Corpo Forestale nell’organico delle sezioni di polizia giudiziaria presso le Procure della Repubblica, le quali potranno così avvalersi della qualificata competenza professionale dei Forestali nella repressione dei fenomeni criminosi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©