Politica / Politica

Commenta Stampa

Municipio XV, PdL: Torquati affetto dalla "sindrome di Marino”

Prende decisioni avventate in piena solitudine

Municipio XV, PdL: Torquati affetto dalla 'sindrome di Marino”
16/09/2013, 09:30

ROMA - A seguito dell’intervento di pedonalizzazione dei Fori Imperiali e della richiesta fatta dal primo cittadino ai Presidenti di Municipio di presentare un elenco delle strade in cui vietare l’accesso ai veicoli e lasciare quindi via libera ai pedoni, apprendiamo con stupore che il Presidente Torquati, in piena autonomi, senza coinvolgere il Consiglio del Municipio XV e la cittadinanza interessata, ha già dato indicazioni in merito, proponendo i Borghi Storici di Cesano e Isola Farnese.
La circostanza anomala di questa vicenda sta nel fatto che, mentre  il Consiglio Municipale e la commissione mobilità sono due mesi che discutono della pedonalizzazione di Via Flaminia, ai piani alti della sede Municipale vengono dati indirizzi tanto diversi rispetto a quanto si sta discutendo in questi giorni, quanto avventati, senza considerare la complessità della questione, che merita sicuramente approfondimento e condivisione.

Ancor più anomalo è che  la maggior parte dei minisindaci stanno svolgendo riunioni con gli uffici tecnici per valutare le diverse ipotesi che devono essere oggetto di un confronto con i cittadini, fintanto che solo nel caso del XV Municipio, come riportato dalla stampa, “la prima fase del lavoro è terminata ed è stata presentata una relazione al Sindaco”.
Il Presidente Torquati, che a seguito della sua elezione ci aveva promesso “tanta trasparenza” con azioni che avrebbero  trasformando il Municipio in una casa di vetro, oggi, con i suoi comportamenti, ci dimostra di avere dei ripensamenti in merito. Infatti, ci piacerebbe capire con chi ha condiviso una scelta tanto importante quanto complessa e soprattutto con quale atto si è espresso per dare questo indirizzo politico. E’ chiaro che “l’agire con trasparenza” inizia ad essere cosa poco gradita al nuovo Presidente. A nostro avviso le priorità che interessano i nostri Borghi son ben altre, ad esempio, per quanto riguarda il Borgo di Cesano la precedente amministrazione si è spesa molto per attuare una serie di interventi prioritari come il rifacimento dei selciati in gran parte delle strade, l’asfaltatura di Via Tinelli, la risistemazione della fontana di Piazza Caraffa, la sistemazione del fontanile lavatoio di Via Fontana Secca ed altro. Un consiglio intelligente che vogliamo dare ai nuovi governanti   è di dare seguito al lavoro iniziato dalla precedente amministrazione, attraverso la realizzazione di interventi programmati e non ancora realizzati. In modo particolare si ritiene di fondamentale importanza trovare le risorse per la realizzazione del secondo stralcio dei lavori per il rifacimento dei selciati, per la messa in sicurezza di Via Cesanense vecchia attraverso il consolidamento ed il restauro del portale settecentesco e muro di contenimento, la realizzazione del secondo stralcio del restauro del fontanile lavatoio di Via Fontana Secca, il sollecito alla Giunta Comunale per l’approvazione della  variante in corso d’opera dei lavori di manutenzione straordinaria del borgo per effettuare gli scavi nel sagrato della Chiesa di S Nicola dove sono state trovate ossa umane e monete tardo antiche.
Prima ancora di parlare di pedonalizzazione del Borgo di Cesano o fare proposte faraoniche di altro tipo, la maggioranza di governo dovrebbe dare risposte concrete alle priorità indicate, senza dimenticare, inoltre, che non si può pedonalizzare un’area senza aver prima realizzato un parcheggio pubblico nelle vicinanze ed aver risolto in modo definitivo il problema delle infiltrazioni che in passato hanno causato alcuni crolli. E’ evidente che, quanto proposto dal Presidente Torquati in piena solitudine, anche se interessante e affascinante, è cosa tanto complessa quanto delicata che per ogni buon fine deve essere condivisa sia con il Consiglio del XV Municipio sia con la cittadinanza interessata.
Lo dichiara, in una nota, Giuseppe Mocci, capogruppo del Pdl al Municipio Roma XV.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©