Politica / Regione

Commenta Stampa

Napoli, al via il question time in Consiglio comunale


Napoli, al via il question time in Consiglio comunale
19/02/2009, 14:02

Il Consiglio comunale di Napoli si è riunito oggi dedicando la prima ora di lavori all'esame delle interrogazioni dei consiglieri. Il primo quesito, a firma del consigliere Moretto, ha riguardato il mancato funzionamento del mercato agroalimentare di Volla (Caan) e il licenziamento di 150 addetti al facchinaggio. Moretto ha inoltre chiesto chiarimenti sull'incompleto trasferimento dei mercati napoletani a Volla. Il vice sindaco Santangelo ha ripercorso, nella sua risposta, la complessa vicenda del Caan, soffermandosi sulla sorte dei 187 lavoratori della cooperativa "La Fedelissima", che gestiva le operazioni di facchinaggio al vecchio mercato ortofrutticolo, ridotti a 147 con esodi incentivati e, dopo alterne vicende che hanno interessato la ditta che doveva gestire i servizi del mercato, attualmente tutti inquadrati a tempo indeterminato dalla società che, pochi giorni fa, è subentrata nella gestione. Nella sua replica, il consigliere Moretto ha rimarcato la propria critica all'intero processo di scelta a monte dell'operazione Caan. Quattro le interrogazioni a firma del consigliere Carotenuto. Con il primo quesito, relativo alla "difficile situazione di traffico esistente nella via Conceria al Mercato a causa della pedonalizzazione della vicina zona a ridosso della porta di S. Eligio", sono stati chiesti agli assessori Nuzzolo e Scotti gli intendimenti dell'Amministrazione per la tutela della pubblica incolumità. L'assessore Nuzzolo ha informato di aver contattato la Municipalità, a cui spetta la costruzione del marciapiede, la cui assenza aggrava la situazione della strada, e il rifacimento del manto stradale. La stessa ha chiarito che l'attuale mancanza di fondi impedisce un intervento immediato, impegnandosi a reperire i relativi fondi nel prossimo bilancio. L'assessore Scotti ha, inoltre, sottolineato di aver ricevuto assicurazioni dal comando di Polizia Locale sul controllo della strada. Nella replica, il consigliere Carotenuto si è dichiarato insoddisfatto. La seconda interrogazione ha riguardato l'ipotetica presenza di amianto negli alloggi di edilizia residenziale pubblica di via Toscanini 34. L'assessore D'Aponte ha spiegato che a seguito di un sopralluogo del servizio competente è stata rilevata in alcune parti del palazzo presenza di materiale non accertato. Sarà necessario, quindi, attendere i risultati delle analisi di caratterizzazione effettuati dall'ente gestore. Il consigliere si è dichiarato soddisfatto. Il successivo quesito, posto dal consigliere Carotenuto all'attenzione dell'assessore Belfiore, chiedeva conferma, come segnalato dagli abitanti del quartiere Ponticelli, dell'esistenza di una recinzione abusiva di un'aiuola pubblica in via Purgatorio. L'assessore ha confermato l'abuso, peraltro già sanzionato, richiamando l'urgenza della revisione dell'intero sistema di contrasto all'abusivismo edilizio. Il consigliere Carotenuto, nella replica, ha espresso la sua soddisfazione. Con l'ultima interrogazione a sua firma, il consigliere Carotenuto ha sollecitato interventi in un alloggio Erp di via Crisconio 12 a Ponticelli interessato da gravi infiltrazioni d'acqua. L'assessore D'Aponte, confermando la situazione, ha informato che parte del problema potrebbe essere risolto con una manutenzione straordinaria che, al momento, non può essere autorizzata. Il consigliere Carotenuto si è detto parzialmente soddisfatto della risposta. L'ultima interrogazione in programma, relativa ad un altro immobile Erp di Via Crisconio a Ponticelli, è stata considerata superata perché già discussa nella scorsa seduta del 16 febbraio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©