Politica / Parlamento

Commenta Stampa

NAPOLI, ALLARME SU CENTRO STORICO INFONDATO SECONDO ODDATI


NAPOLI, ALLARME SU CENTRO STORICO INFONDATO SECONDO ODDATI
13/01/2009, 15:01

"Dal convegno promosso dal Movimento per le Autonomie (MpA) emerge un allarme che ritengo ingiustificato in merito alla questione Centro storico circa la gestione dei fondi e i progetti da mettere in campo": lo ha dichiarato l'assessore alla Cultura e Centro e agli edifici storici del Comune di Napoli, Nicola Oddati. "Il Documento di Orientamento Strategico, la cui stesura era già stata avviata con l'ex assessore Laudadio - ha continuato Oddati - é ormai pronto e anche con il supporto tecnico dell'Assessore Belfiore ne stiamo approfondendo alcuni aspetti. E' comunque già stato condiviso con l'Arcidiocesi e la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania, nonché con l'Unesco che partecipa ai lavori della Cabina di Regia. Appena otterrà l'approvazione della Giunta comunale, si darà inizio ad una fase di consultazione con la città, a cominciare dalle Municipalità interessate, per continuare con le Associazioni datoriali e sindacali, con le Associazioni territoriali e il mondo dell'accademia e dei saperi in genere. Non sono mancati, già in passato, momenti di confronto coordinati dall'Ambasciatore Francesco Caruso, delegato dal Sindaco a curare i rapporti con l'Unesco e con gli organismi internazionali interessati: l'ultimo in occasione della missione di advisoring dell'Unesco, che è risultata molto utile per puntualizzare criticità e soluzioni per le attività di recupero del sito. Non c'é alcun rischio per le risorse, siamo anzi in una fase di definizione con la Regione di una programmazione più ampia che vada oltre i fondi già appostati garantendo la possibilità di costruire un programma integrato urbano che possa dare risposta alla complessità di bisogni che l'area in questione richiede. Un intervento di rigenerazione urbana - ha concluso - che consenta non solo una migliore fruizione dell'enorme patrimonio storico e artistico, ma soprattutto una più elevata qualità della vita."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©