Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, arte e cultura. Costruiamo in nome dell'Uomo


Napoli, arte e cultura. Costruiamo in nome dell'Uomo
25/10/2012, 12:06

Sabato 27 ottobre, con inizio alle 9, presso la Cappella Palatina di Palazzo Reale, a Napoli, si terrà la presentazione del libro In nome dell'Uomo (Mursia editore), del Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi, nell’ambito dell'incontro ‘Napoli, arte e cultura. Costruiamo in nome dell'Uomo’. Con questa iniziativa culturale, la Massoneria napoletana restituisce alla città una tela, ‘L'Incontro di Rachele e Giacobbe’, dell'artista Andrea Vaccaro, conservato presso Palazzo Reale in Napoli. Il restauro dell'opera, finanziato dal Collegio dei Maestri Venerabili del Grande Oriente d'Italia, vuole essere anche un segno di speranza per il futuro, indicando che la cultura è fattore di sviluppo.

 

Per offrire un ulteriore contributo alla formazione delle coscienze, sono state istituite alcune borse di studio, destinate dal Collegio Napoletano agli studenti di vari istituti, vogliono rappresentare un terreno di possibilità per una ricerca senza dogmi che promuova il progresso delle arti e del pensiero. Interverranno: Giovanni Conte, presidente del Consiglio dei Maestri Venerabili di Napoli; Michele Di Matteo, presidente del Collegio dei Maestri Venerabili di Campania e Lucania; Giovanni Esposito, Gran Tesoriere Aggiunto del Grande Oriente d'Italia; Lucio d'Alessandro, Magnifico Rettore dell'Università degli Studi "Suor Orsola Benincasa"; Guido Trombetti, Assessore all'Università della Regione Campania; Paolo Romano, presidente del Consiglio regionale della Campania; Umberto Pappalardo, docente di Archeologia Greca e Romana.

 

A seguire, la premiazione dei vincitori delle borse di studio e la presentazione del volume ‘In nome dell'Uomo’, con interventi di Alessandro Cecchi Paone, giornalista e divulgatore scientifico, e del Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi.

Ospite d'onore Aldo Masullo docente emerito di Filosofia morale. Introduzione e coordinamento dei lavori a cura di Geppino Troise, Secondo Gran Sorvegliante del Grande Oriente d'Italia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©