Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, aula consiliare intitolata a don Diana, la IV municipalità dice no


Napoli, aula consiliare intitolata a don Diana, la IV municipalità dice no
25/03/2013, 15:13

Aula consiliare intitolata alla memoria di don Peppe Diana, è bagarre nel Consiglio della quarta municipalità. È stata bocciata la proposta del presidente Armando Coppola di dedicare l’aula in cui si riunisce il parlamentino di via Gianturco alla figura del prete anticamorra ucciso dal clan dei Casalesi. A darne notizia è lo stesso Coppola che, in una nota, spiega: “Su mio impulso avevamo convocato una seduta consiliare per far approvare la delibera con cui si sarebbe intitolata l’aula consiliare a don Peppe Diana. Ma da più parti, tra i banchi dell’opposizione, si sono scatenate le polemiche. A partire dall’Udc e dal capogruppo Gennaro Tullio, che si è detto contrario non essendo stata la proposta – a suo dire – vagliata in conferenza dei capigruppo. Cosa che non corrisponde al vero, poiché proprio in quella sede si è deciso di farla passare poi alla commissione preposta. C’è stato poi chi, come il consigliere Mario Maggio, ha bocciato l’idea sostenendo di essere assolutamente contrario ad intitolare l’aula ad una vittima di camorra. A ciò è seguita la protesta del consigliere del PD Francesco Donzelli, che ha richiesto la verifica del numero legale, facendo risolvere in un nulla di fatto la seduta. Tutte queste posizioni – sia chiaro – sono agli atti. Ma ciò che mi fa più arrabbiare – conclude Coppola – è che con questa bocciatura si offenda la memoria di un sacerdote impegnato nella lotta alla camorra, che per questo ha pagato con la vita. Ecco perché dico che non mi fermerò ed andrò avanti presentando un nuovo ordine del giorno e far dedicare l’aula a don Diana”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©