Politica / Regione

Commenta Stampa

Napoli città di intercultura


Napoli città di intercultura
03/08/2011, 15:08

Le commissioni congiunte Politiche sociali e Scuola, presiedute rispettivamente da Vincenzo Gallotto e Salvatore Pace, alla presenza del Presidente della Commissione Scuola Maria Lorenzi, hanno incontrato oggi il Dirigente del servizio CEICC (Centro Europeo Informazione Cultura Cittadinanza) Monica Tomaselli e il suo staff per fare il punto sulle attività e i progetti di intercultura messi in campo nella città di Napoli.
Il Dirigente del servizio CEICC ha illustrato le attività e i progetti del Centro, soffermandosi in particolar modo sull’attività di formazione per laureandi e laureati, sulle giornate di approfondimento su tematiche d'interesse europeo, sulle sessioni didattiche di educazione alla cittadinanza e sui laboratori e workshop per la pratica dell’intercultura.
Il Presidente Pace ha poi brevemente illustrato il percorso politico-istituzionale che ha visto Napoli, sin dal 2003 con la Conferenza Euromediterranea dei Giovani, protagonista della scena europea con un programma internazionale per il potenziamento della collaborazione didattica e per il sostegno alla mobilità giovanile. “Partendo da queste basi- ha spiegato - propongo una riedizione di quella stessa esperienza, a distanza di 10 anni, che veda la partecipazione di ministri e pedagoghi e che abbia come corollario momenti di analisi e riflessione su quello che avviene oggigiorno nel Maghreb”. Il progetto, secondo Pace, potrebbe essere inserito nel più ampio Forum delle Culture 2013.
Il Vice Presidente del Consiglio comunale Elena Coccia, così come tutti i consiglieri intervenuti al dibattito (Francesco Vernetti, Antonio Borriello e Sandro Fucito), sono convenuti sulla necessità di rendere nuovamente Napoli protagonista di una rinascita che sia prima di tutto culturale e hanno proposto che questa,città mediterranea, diventi un simbolo di tolleranza e accoglienza.
A conclusione dei lavori, il Presidente Pace ha aggiornato l’incontro con le parti a settembre, per proseguire in un dialogo proficuo e duraturo per il rilancio della città.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©