Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, commissione cultura su recupero centro polifunzionale lotto14b Piscinola


Napoli, commissione cultura su recupero centro polifunzionale lotto14b Piscinola
22/11/2011, 16:11

La Commissione Cultura, presieduta da Maria Lorenzi, si è riunita oggi, su richiesta dell’8° Municipalità per discutere sul possibile recupero del centro polifunzionale lotto 14b di Piscinola. Sono intervenuti per la Municipalità i consiglieri Tortorella e Mabylle.
Il presidente Lorenzi ha ricordato che la struttura, realizzata con i fondi post terremoto legge 219, versa in uno stato di degrado e per mettere a norma almeno una parte del complesso, come il teatro grande, sono necessari circa 700 mila euro.
Il consigliere Tortorella ha ricordato che la struttura dell’Auditorium, con bando di gara, fu affidata con gestione diretta all’associazione Napoli Nord che ne ha utilizzato solo una saletta di 120 posti non avendo le risorse per il teatro che ha una capienza di oltre 500 posti. Il territorio si presenta ricco di strutture con esperienze professionali disponibili come il centro musicale a Marianella, il teatro a Scampia ed il progetto di canzone napoletana di Chiaiano e si deve mettere in campo un processo per inserirle in un circuito locale da allargare a livello cittadino e nazionale. La struttura nasceva come impianto scolastico-socio-sportivo dotata di palestre, di una piscina, di un teatro chiuso e di un teatro all’aperto all’ultimo piano. Possibile, per il consigliere Palmieri, un modello di cogestione che preveda affidamenti diretti delle strutture pubbliche isolate purchè si attirino le risorse dei privati, anche con destinazione commerciale, a compensazione della mancanza di liquidità del pubblico, e ipotizzando una funzione sociale per essi. Importante -ha detto Palmieri- anche acquisire dal patrimonio un elenco di tutte le strutture realizzate con la legge 219, comprensivo del nome degli affidatari e della loro titolarità.
Per il consigliere Vasquez è necessaria una strategia unitaria con l’assessorato che, partendo da un inventario dello stato dei luoghi e delle strutture sotto il profilo tecnico, ne valuti l’agibilità complessiva.
In chiusura il presidente Lorenzi ha preannunciato che la Commissione, dopo avere acquisito la delibera di affidamento, si riunirà congiuntamente con la Commissione Patrimonio per formulare ipotesi di rilancio della struttura con una gestione pubblico privata.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©