Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, due giorni per parlare di Mafia e Politica


Napoli, due giorni per parlare di Mafia e Politica
02/12/2011, 10:12

Domani – venerdì 2 dicembre, dalle 9,30 alle 13,30 - si apre a Napoli il ciclo degli Orange Camp (http://orangecamp.demagistris.it/). Napoli come laboratorio di democrazia partecipata accoglie, nell’Antisala dei Baroni presso il Maschio Angioino, oltre cento giovani provenienti da ogni angolo d’Italia. Il primo Barcamp arancione sarà dedicato a due temi importanti: come le mafie si infiltrano nel ciclo dei rifiuti e nel sistema politico, cioè il tema delle ecomafie e del rapporto fra mafie, politica e istituzioni. Sarà possibile seguire l'evento in diretta streaming sul sito del comune di Napoli. L'Orange Camp, i cui lavori partiranno alle ore 9.30, sarà inaugurato dal saluto degli assessori Marco Esposito, Pina Tommasielli e Alberto Lucarelli. Sono previsti, insieme agli interventi sui temi del Barcamp, anche performance e flash mob. Il sindaco interverrà in mattinata via twitter per salutare i partecipanti. A conclusione dell’Orange Camp sarà stilato un documento finale che sarà presentato nel corso della giornata di sabato 3 dicembre, quando si terrà il convegno “La Politica contro le Mafie”.


E' previsto per sabato 3 dicembre, il convegno “La Politica contro le Mafie”, organizzato dal Comune di Napoli presso la Sala Italia di Castel dell’Ovo. Alla conferenza, che inizierà alle ore 9.30, sono previsti i saluti istituzionali del Prefetto Andrea De Martino e del Procuratore Capo di Napoli Giovandomenico Lepore, parteciperanno tra gli altri imprenditori come Silvana Fucito, esponenti della società civile, come Don Tonino Palmese, giornalisti come Michele Santoro, Sandro Ruotolo, Lirio Abbate, magistrati come Raffaele Cantone e Antonio Ingroia, politici come Giulio Cavalli, Michele Curto, Michele Emiliano, Sonia Alfano e Antonio Di Pietro. Farà sentire la sua voce anche Roberto Saviano attraverso un intervento video che sarà proiettato durante la giornata.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©