Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli. Edilizia scolastica: ne ha discusso la Commissione Scuola


Napoli. Edilizia scolastica: ne ha discusso la Commissione Scuola
13/12/2011, 17:12

La Commissione Scuola, presieduta da Salvatore Pace, ha discusso oggi, alla presenza dell’Assessore all’Educazione Anna Maria Palmieri e dell’Assessore al Bilancio Riccardo Realfonzo, della situazione dell’edilizia scolastica cittadina e degli intenti futuri dell’Amministrazione sul tema.
L’Assessore Realfonzo ha chiarito che l’intenzione dell’esecutivo cittadino è quella di mettere a disposizione, nel prossimo bilancio di previsione, maggiori risorse, al momento ancora non quantificabili, da destinare al settore, e questo nonostante il grave stato di crisi che sta attraversando il Paese. Ai tagli già previsti dalle manovre precedenti, infatti, andranno aggiunti quelli inseriti nell’attuale manovra varata dal Governo centrale, i cui effetti sugli enti locali sono attualmente allo studio.
Diversi i temi affrontati dall’Assessore Palmieri. Sulla refezione, è stata presentata alla commissione la bozza di regolamento contenente la previsione di tre commissioni di controllo e valutazione del servizio, una di istituto, facoltativa, e altre due, a livello municipale e centrale. Si tratta, ha chiarito l’Assessore, di una bozza che potrà essere integrata o modificata dalle proposte dei consiglieri. Presentato alla Commissione anche il report sull’incontro col Ministro all’Istruzione Francesco Profumo durante il quale sono state rappresentate le principali criticità della scuola napoletana: edilizia scolastica, tempo scuola limitato, welfare per l’infanzia, assenza di politiche strutturali per la lotta all’evasione scolastica e per l’integrazione dei migranti. Sul capitolo dell’edilizia, il Ministro ha anticipato lo sblocco dei fondi FAS per le Regioni dell’obiettivo convergenza per circa 11 milioni di euro, allargando, sul piano metodologico, all’Amministrazione comunale la partecipazione al tavolo di concertazione con Ministero e Regione.
Il dirigente dell’Edilizia centrale, Sandro Braccini, ha approfondito i dati relativi ai fondi per l’edilizia scolastica, precisando che il 1° stralcio del finanziamento Cipe, già assegnato e non ancora trasferito, è pari a 1milione e 750 mila euro per interventi in 12 plessi scolastici di diverse Municipalità, selezionati dal Provveditorato alle Opere pubbliche. Il 2° stralcio, ancora in attesa di assegnazione, prevede somme per circa 11 milioni di euro. Con il recupero di economie precedenti, invece, sono stati finanziati due progetti, uno per la scuola Leopardi della IXª Municipalità e il secondo per l’adeguamento alle norme antincendio di diversi plessi della IIª.
L’Assessore Palmieri ha poi risposto ad una serie di quesiti posti dai consiglieri – Aniello Esposito, Santoro, Fucito, Vernetti - su: le modalità di scelta delle scuole destinatarie dei fondi FAS,il protocollo d’intesa firmato con la Provincia per la costruzione di un istituto superiore a Pianura, il contenzioso con la Compagnia di Gesù per il plesso Musto-Fedro a Cappella Cangiani, sulle modalità per evitare il sistema del massimo ribasso nelle gare di appalto per l’edilizia e sui meccanismi da utilizzare per far fronte ai maggiori costi che deriveranno dal nuovo sistema di refezione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©