Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, il Consiglio comunale è riunito in Via Verdi


Napoli, il Consiglio comunale è riunito in Via Verdi
23/04/2013, 12:41

Svolti nella prima ora i question time, la seduta del Consiglio, sotto la presidenza di Raimondo Pasquino, è iniziata con la presenza di 27 consiglieri e con la comunicazione del presidente Pasquino sull’assenza del Sindaco giustificata da una convocazione urgente dei ministri Barca e Profumo. Ai sensi dell’articolo 37 del Regolamento sono intervenuti i consiglieri Moretto (su spese per missioni istituzionali autorizzate dalla Giunta tra gennaio e febbraio 2013); Attanasio (sui recenti “cervellotici” provvedimenti di modifica delle ZTL e sull’inquinamento dei suoli di Bagnoli); Iannello (per smentire che lo scienziato De Vivo, perito dei giudici su Bagnoli, abbia lavorato per Bagnolifutura come apparso sulla stampa); Frezza (sulla sede del Giudice di Pace di Barra); Grimaldi (sulla mancata riassegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica sgomberati). Il presidente Pasquino ha introdotto a questo punto il primo argomento all’ordine dei lavori, cioèla “Nominadei rappresentanti della Commissione Urbanistica” prevista dal Piano Regolatore Generale ed ha dato la parola presidente della Commissione Diritti e Sicurezza, Troncone, che ha illustrato il lavoro preparatorio svolto. Dopo un breve dibattito sull’ordine dei lavori, con gli interventi di Santoro, Coccia, Lebro, Caiazzo, Nonno, il Consiglio ha votato a maggioranza (contrari i consiglieri  Moretto, Guangi, Attanasio, Nonno, Lettieri) una breve sospensione per consentire ai Capigruppo un approfondimento sulle modalità di selezione dei candidati e di votazione. Alla ripresa dei lavori, presenti 36 consiglieri, il presidente Pasquino ha innanzitutto comunicato che il professor De Simone è presidente del Collegio dei Revisori dei Conti e poi riferito all’Aula la proposta dei Capigruppo di rinvio della Nomina dei rappresentanti della Commissione urbanistica con l’impegno che siano forniti alla stessa Conferenza informazioni sulla procedura seguita per la formulazione dell’elenco dei candidati ed i curriculum. Dopo interventi per dichiarazione di voto dei consiglieri Moretto, Santoro, Palmieri (con la richiesta di procedere comunque alla votazione), la proposta di rinvio è stata votata con appello nominale, come richiesto dai tre consiglieri, ed approvata con 30 sì, 5 no e 1 astenuto (con contestazioni del consigliere Moretto sulle modalità della votazione avvenuta). Il presidente ha a questo punto introdotto il secondo punto all’ordine dei lavori: Nomina di unico rappresentante del comune di Napoli nel Consiglio D'Amministrazione del Convitto Nazionale "Vittorio Emanuele II". Dopo la lettura del verbale della Commissione Diritti, effettuata dal presidente Troncone, sono iniziate le votazioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©