Politica / Napoli

Commenta Stampa

Calabrò:"Iniziativa senza valore giuridico"

Napoli, il consiglio dice si al biotestamento

Il provvedimento passa con la maggioranza dei presenti

.

Napoli, il consiglio dice si al biotestamento
15/03/2013, 12:26

NAPOLI - Il consiglio comunale di Napoli dice si all’istituzione del Registro dei testamenti biologici. A relazionare in aula l’assessore Giuseppina Tommasielli, che insieme ai colleghi Tuccillo e Lucarelli è firmataria della delibera proposta dalla Giunta comunale. In pratica con il dispositivo approvato, i cittadini potranno trovare presso gli uffici comunali un Registro nel quale annotare liberamente le proprie volontà riguardo i trattamenti sanitari, ai quali saranno disponibili nel caso di malattie o traumi cerebrali che determino una perdita di coscienza permanente. Il provvedimento è passato con la maggioranza dei presenti. Dura la reazione sull’approvazione del provvedimento da parte di Raffaele Calabrò, deputato Pdl e consigliere del governatore Caldoro, secondo il quale "si tratta di un’iniziativa senza alcun valore giuridico, poiché manca una normativa nazionale in merito". "Approvare un provvedimento del genere", afferma ancora l’onorevole Calabrò, "significa annullare il rapporto tra medico e paziente, in quanto si mina la radice del dialogo". 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©