Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli. In Commissione Urbanistica discussione sull’Osservatorio Centro Storico


Napoli. In Commissione Urbanistica discussione sull’Osservatorio Centro Storico
24/07/2012, 10:20

La Commissione Urbanistica, presieduta da Carlo Iannello, si è riunita per discutere sulla proposta di delibera consiliare per l’istituzione di un “Osservatorio permanente del Centro Storico di Napoli UNESCO”, che rappresenta uno strumento di supporto per il perseguimento della promozione, recupero e valorizzazione del Centro Storico sito UNESCO.

In apertura il Presidente ha espresso disaccordo sull’attribuzione della delega al coordinamento della programmazione urbana ed ambientale con riferimento agli ex siti industriali dismessi al vice Sindaco Sodano, nel timore di uno svuotamento delle competenze dell’Assessore e della Commissione Urbanistica.

Nel corso della sua introduzione,la vice Presidente Coccia, promotrice dell’iniziativa consiliare, ha svolto un’ampia panoramica sulle problematiche del centro storico – abusivismo diffuso, interventi di manutenzione inefficienti, mancato rispetto delle norme in materia di decoro urbano, scarsa illuminazione, utilizzo scorretto dei siti monumentali, la progressiva scomparsa degli esercizi commerciali di antica tradizione – centro storico che ha definito una grande ricchezza da conservare e riqualificare. Si è discusso, inoltre, della composizione e delle funzioni dell’Osservatorio, di controllo, propulsione ed indirizzo e una composizione sia istituzionale che di rappresentanza delle istanze provenienti dalle associazioni e dai cittadini.

Il Dirigente del Servizio Valorizzazione della città storica Giancarlo Ferulano, dopo aver condiviso la proposta relativa alle funzioni che l’Osservatorio dovrà assolvere, ha ricordato che le rassicurazioni fornite dall’Amministrazione al vice Direttore Generale dell’Unesco Bandarin hanno escluso le ipotesi di inclusione del Centro Storico di Napoli tra i siti a rischio. Ferulano, inoltre, ha sottolineato l’importanza della struttura di gestione prevista dal Piano di Gestione, che costituirà un organismo interistituzionale, punto di riferimento per le attività che coinvolgono diverse istituzioni.

Il consigliere Antonio Borriello ha posto l’attenzione sul ruolo che, attraverso l’Osservatorio, il Consiglio rivestirà per la tutela del centro storico con una programmazione delle attività da realizzare, non soffermandosi solo sui progetti nati dai fondi europei, ma anche su singole iniziative da attuare con risorse proprie.La consigliera Caiazzoha auspicato che l’Osservatorio svolga un ruolo propositivo, attraverso la predisposizione di linee guida per il cittadino, e un ruolo di controllo, con la formazione specifica perla Polizia Municipale. Ilconsigliere Fucito ha ribadito l’importanza di tutelare i residenti del Centro Storico e garantire, attraverso l’attività dell’Osservatorio, la vivibilità dell’area, rafforzando i servizi.

Dopo la lettura degli emendamenti forniti dall’Amministrazione, la Commissione si è espressa favorevolmente sulla delibera, riservandosi maggiori approfondimenti sulle proposte di modifica.

Il secondo punto all’ordine dei lavori, la delibera di G.C. n. 264 di proposta al Consiglio comunale riguardante la rettifica di errore materiale presente nel grafico del Piano di Zonizzazione riguardante la zona orientale, è stato illustrato dall’architetta Anna Maria D’Aniello del Dipartimento di Pianificazione Urbanistica. Trattandosi di un errore materiale, che non necessita di una verifica discrezionale, ne viene richiesta la rettifica in Consiglio.

I consiglieri Caiazzo e Fellico hanno espresso parere favorevole alla correzione, mentre il Presidente Iannello ha ritenuto siano necessari ulteriori approfondimenti sulla procedura da seguire per la correzione di errori materiali in mancanza di una legge regionale in materia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©