Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli incentivi ai vigili per le multe, Palmieri: "Rivedere il provvedimento"


Napoli incentivi ai vigili per le multe,  Palmieri: 'Rivedere il provvedimento'
27/12/2011, 15:12

“Cinque euro al vigile che eleva le multe per ogni notifica andata a buon fine, un euro per gli esiti negativi? Francamente, per incentivare l’attività dei nostri agenti di polizia municipale l’amministrazione comunale avrebbe potuto fare di meglio”.

Lo afferma il consigliere comunale, Domenico Palmieri, capogruppo di Liberi per il Sud del Consiglio Comunale di Napoli, che chiede la revisione del provvedimento.

“Non ho dubbi - aggiunge – Palmieri - che sia necessario intervenire su di un sistema che troppo spesso premi ingiustamente i contravventori rendendo difficile sia la prevenzione delle infrazioni al codice della strada che l’incasso delle sanzioni. Tuttavia, anche per evitare l’idea purtroppo diffusa di una possibile apertura della stagione della caccia al trasgressore, andrebbero quanto meno slegati tra loro i due momenti dell’attività sanzionatoria: quello dell’elevazione della multa e quello della notifica”.

“Meglio sarebbe stato prevedere incentivi agli agenti di polizia municipale sulla corretta e puntuale compilazione dei verbali, che spesso risultano carenti con buona pace per il trasgressore, - spiega il consigliere comunale di Liberi per il Sud - e poi stabilire anche l’impiego di soggetti notificatori terzi e abilitati, da individuare esternamente alla Polizia Municipale, tra il personale comunale, da incentivare all’atto del buon fine del procedimento e cioè col pagamento della multa. Il tutto, magari, monitorando semestralmente l’andamento complessivo di tutti i dati in questione, dal numero di multe elevate a quello delle sanzioni effettivamente evase dal trasgressore”.

“Oggi, viceversa, – conclude Palmieri, il sistema resta debole mentre se corretto consentirebbe, in tempi di vacche magre, una giusta entrata economica per questi pubblici dipendenti, categoria tra le più tartassate di tutte”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©