Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, la commissione Mobilità su problematiche tassisti


Napoli, la commissione Mobilità su problematiche tassisti
29/05/2012, 14:05

In Commissione Mobilità, presieduta da Giovanni Formisano, si è discusso oggi, alla presenza del Dirigente del Servizio Corso Pubblico Del Gaudio, delle problematiche relative alla categoria dei tassisti.
Presenti all’incontro numerose sigle sindacali (UNIONTAXI Napoli, CISAL-FEDERTAXI, UGL, C.I.A.A.I. Assotaxi, Confartigianato Taxi, URI TAXI, FILT-UNICA-CGIL, USB, S.I.T., F.A.T.I. Taxi Italia, U.T.I.). In apertura, il Presidente della Commissione Giovanni Formisano, dopo aver ricordato quanto sia importante il ruolo che la categoria riveste per la città, rappresentandone il biglietto da visita, ha annunciato che domani ci sarà un incontro tra l’Assessora alla Mobilità Anna Donati e le associazioni di categoria sulla rimodulazione delle tariffe predeterminate.
Dopo l’intervento del Presidente, è stato posto all’attenzione della Commissione un documento, sottoscritto da nove delle sigle sindacali presenti, che include alcune proposte; altre sono venute nel corso della riunione nella quale è stato sottolineato che gli accordi presi sulle tariffe predeterminate alla partenza della ZTL sono stati messi in discussione dai successivi provvedimenti di viabilità presi dall’amministrazione. Tra le richieste delle organizzazioni dei tassisti: sospensione o modifica delle tariffe predeterminate centro storico; maggiori controlli sulle corsie preferenziali; definizione di un nuovo piano per i turni dei taxi presso il Porto e l’Aeroporto di Napoli; apertura dell’intero tratto di via Parthenope per il transito dei taxi; lotta all’abusivismo, nel quale vanno ricomprese, a giudizio dei tassisti napoletani, le licenze rilasciate da comuni limitrofi o addirittura extraregionali; aggiornamento delle tariffe, ferme dal 2007. Inoltre, i tassisti hanno segnalato le grosse difficoltà economiche, dovute agli esosi costi di gestione del servizio, lievitati a causa del caro benzina, dell’aumento delle tariffe assicurative e degli oneri fiscali. Infine, è stato sottolineato il danno economico provocato dall’accesso dei bus turistici all’interno delle ZTL della città, in particolare quella del Centro Antico, che determina un calo della domanda da parte degli utenti. In virtù delle criticità espresse, è stato richiesta dai numerosi rappresentanti delle sigle sindacali presenti la convocazione di una Commissione consultiva che esamini le problematiche sollevate e sia sede di concertazione per individuare soluzioni che, finora, come hanno segnalato le organizzazioni, sono state assunte in solitudine dall’amministrazione comunale.
I consiglieri intervenuti - Addio, Sgambati, Russo – rimarcando l’importanza della condivisione di obiettivi e proposte per sostenere la trasformazione della città, hanno confermato l’apertura al dialogo e prospettato diverse soluzioni utili alla trattativa: dalla temporanea sospensione per 6 mesi di tutte le tariffe predeterminate e dei turni per concordare i cambiamenti (Addio) alla formulazione, da parte delle stesse associazioni di categoria, di proposte tecniche di soluzione delle difficoltà segnalate (Russo), ad un controllo più stringente del rispetto delle corsie preferenziali che confermerebbe l’utilità delle tariffe predeterminate (Sgambati).
In conclusione, il Presidente Formisano ha rivolto un nuovo invito al dialogo e al confronto tra le associazioni e l’Amministrazione, evitando in ogni modo contrapposizioni frontali che non sono utili alla città.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©