Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli: le buche “ reperti storici ” per il turismo?


Napoli: le buche “ reperti storici ” per il turismo?
25/03/2013, 17:06

“ Al Vomero sono sempre di più le strade e le carreggiate afflitte da problemi legati alla carenza di manutenzione – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Purtroppo la situazione peggiora di giorno in giorno anche perché è da tempo che non si assiste all’operato di una ditta di manutenzione stradale. Oramai autovetture, motocicli e pedoni fanno lo slalom nel tentativo di evitare buche ed avvallamenti, impresa che non sempre riesce come dimostrano le cronache cittadine “.

 

            “ Simbolo del degrado – continua Capodanno – una buca che si è aperta sul marciapiede di via Luca Giordano, nei pressi dell’incrocio con via De Mura. Sta lì da oltre un mese, a seguito di un dissesto, con un transennamento provvisorio, che nasconde solo parzialmente una buca che sembra molto estesa e che potrebbe causare ulteriori dissesti, laddove non si provvedesse, dopo gli opportuni accertamenti, alle opere di sistemazione, pure per l’azione dilavante delle piogge “.

 

            Al riguardo Capodanno racconta un gustoso aneddoto per comprendere come oramai i vomeresi vivono l’attuale stato di cose, dal momento che l’evento descritto non rappresenta una novità, stante, solo per esemplificare, la permanenza del dissesto del ponte di via Cilea che dura oramai da quasi due anni e la chiusura della corsia preferenziale nella Ztl di via Luca Giordano, sempre a causa di un dissesto stradale. Qualcuno al riguarda lancia persino l’idea di adottare dissesti, buche e avvallamenti come se fossero dei reperti storici da far ammirare anche ai pochi turisti che si arrampicano sulla collina.

 

“ Un signore – racconta Capodanno - mentre fotografavo la buca si è avvicinato e mi ha chiesto, con malcelata ironia, la cortesia di non pubblicarla e non chiedere alcun intervento per ripristinarla. A suo dire si è affezionato a quella “costruzione” in mezzo alla strada, che andava a visitare ogni giorno, così come si va ad ammirare un quadro o una scultura in un museo. Un sarcasmo che sottolinea, però, il distacco che si è creato tra i cittadini e l’attuale esecutivo di palazzo S. Giacomo, in calo notevole, evidentemente, di credibilità e di consensi “.

 

            Capodanno rivolge l’ennesimo appello all’amministrazione comunale partenopea affinché si provveda in tempi brevi ad eliminare dalle strade del Vomero avvallamenti e buche che potrebbero costituire, peraltro, un pericolo sia per i pedoni che per gli occupanti degli automezzi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©