Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, Lettieri: "su Sepe De Magistris farnetica"


Napoli, Lettieri: 'su Sepe De Magistris farnetica'
27/08/2012, 10:51

“Il Cardinale Sepe, al contrario di quanto irriguardosamente vorrebbe far credere De Magistris, non ha mai fatto politica, ma si è sempre attenuto e si attiene, in maniera encomiabile ed autorevole, al suo ruolo di uomo di Chiesa”. E’ quanto dichiara in una nota il leader dell’opposizione di centrodestra in consiglio comunale a Napoli, Gianni Lettieri. “La città di Napoli ha due personalità di indiscusso riferimento: il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ed il cardinale Crescenzio Sepe. Verso entrambi De Magistris, nel tempo, si è prodotto in insulti e valutazioni poco edificanti. Affibiò a Napolitano sostanzialmente la patente di tangentista e piduista, salvo poi rimangiarsi le sue parole – ed oscurarle dal suo stesso blog – dopo la sua elezione a sindaco. Con Sepe, invece, compie un processo inverso: prima gli conferisce la cittadinanza onoraria della città e adesso invece, dice che gli fa “pena”, solo perché ha argomentato, con pacatezza e buon senso, la sua contrarietà alla proposta di dotare Napoli di una zona a luci rosse. Non si può non concordare con Sepe quando dice che questa è una proposta a livello morale e valoriale irricevibile e, soprattutto, quando dice che la nostra città ha ben altre priorità da affrontare. Va sottolineata quest’ultima parte dell’appello di Sepe, che ha il termometro della situazione sociale della nostra città, visto che da sempre è impegnato a fianco delle fasce deboli e dei bisognosi, totalmente dimenticati da De Magistris che, invece,come sempre, fa tante chiacchiere ma raccoglie zero risultati”, conclude Lettieri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©