Politica / Regione

Commenta Stampa

Napoli, presentato il programma del candidato del PdL alla Provincia Luigi Cesaro


.

Napoli, presentato il programma del candidato del PdL alla Provincia Luigi Cesaro
02/05/2009, 13:05

"Ci aspettano anni di grande lavoro per fondare concretamente la Città metropolitana. Il percorso è tracciato e nel mio programma il futuro metropolitano è tra le priorità assolute perché consentirà una rinascita di Napoli e delle sue realtà comunali." Lo ha affermato Luigi Cesaro, candidato del Popolo della Libertà alla presidenza della Provincia di Napoli che oggi, in una conferenza stampa presso l'hotel Mediterraneo di Napoli, ha illustrato le linee guida del programma di governo. Se sarà chiamato a ricoprire la carica di presidente della Provincia di Napoli, il parlamentare assicura che raddoppierà il proprio impegno perché, spiega, "dovrò lavorare non solo per seguire e rispettare tutte le tappe della riforma, ma soprattutto perché dovrò rilanciare sviluppo e occupazione a Napoli e in tutte quelle aree territoriali mortificate da un’improduttiva e miope politica delle sinistre." La priorità evidenziata dal programma è creare "uno sviluppo articolato in varie direzioni che farà di Napoli una vera grande Napoli, una metropoli con tutte le carte in regola per ridiventare la Capitale del Mediterraneo". Un programma che si divide in due parti: da un lato il concetto di città metropolitana, dall'altro l'organizzazione dell'ente. E tra le novità, in caso di vittoria, anche la creazione di un assessorato all'Innovazione. "Il merito maggiore di questo programma - ha affermato Cesaro - è l'idea di una nuova provincia in linea con la riforma federalista". E lancia una "sfida", come lui stesso la definisce, al sindaco Rosa Russo Iervolino: dar vita al progetto di costruzione di una "Grande Napoli". "Sono tantissime le cose da fare - ha aggiunto - e noi siamo uomini del fare. Per risolvere le questioni irrisolte, prenderemo come esempio Silvio Berlusconi". Nessun nome, almeno per il momento, per la vicepresidenza: "Lo sapremo subito dopo le elezioni", dice Cesaro. Le liste saranno saranno tra le 11 e le 13, anche se "stiamo valutando la possibilità di ridurle, accorpandole". Mentre "abbiamo detto no a una lista della Lega Nord". Si chiama, invece, "Nuova Provincia" la lista del presidente. In tutto saranno quasi 500 i candidati e, avverte Cesaro, "tra questi nessuna velina nelle liste, ma donne competenti che fanno politica da tempo e una squadra che sarà composta principalmente da tecnici". Sulle spese per la campagna elettorale, Cesaro parla di una cifra che si aggira intorno ai "400mila euro". "Non ho mai saltato nessun confronto con Nicolais semplicemente perché non sono mai stati in programma - ha affermato - Nicolais è una persona che stimo molto e non da ora, ma da molto tempo."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©