Politica / Napoli

Commenta Stampa

Napoli, realizzazione impianto cremazione entro 2012


Napoli, realizzazione impianto cremazione entro 2012
21/11/2011, 17:11

Nuovo appuntamento in Commissione Cimiteri, ha comunicato il presidente Vincenzo Varriale, per una panoramica sulle strutture cittadine e sullo stato di avanzamento dei lavori del forno crematorio alla presenza del dirigente del Servizio Andrea De Giacomo.
Quest’ultimo ha informato che i lavori procedono e sono state ultimate la tamponatura, il muro di sostegno dell’area e la struttura dell’edificio inoltre, secondo il cronoprogramma dei lavori, entro fine 2012 avverrà la consegna definitiva dell’impianto di cremazione. Numerose le difficoltà superate: l’opposizione degli abitanti del quartiere S.Alfonso alla realizzazione di un campo di inumazione sovrastante le abitazioni; le prescrizioni della Sovrintendenza rispetto ai progetti per il vincolo paesaggistico sull’area di Poggioreale; l’adeguamento a due nuove normative sull’ambiente e sulla classificazione sismica. Per la crescente richiesta di cremazioni la realizzazione del forno è un obiettivo prioritario e la Giunta, per garantire tempi certi, ha spostato sul forno crematorio un mutuo di 1,5 milioni destinato originariamente alla realizzazione di 1400 fosse nell’area del vivaio comunale. Resta-ha concluso De Giacomo- il problema dello start up e della gestione del forno. Molte sono le soluzioni possibili e l’Amministrazione, secondo il proprio indirizzo politico, sceglierà tra le possibilità di affidarne la gestione al Servizio Cimiteri( privo di tecnici formati);di affidarlo ad una società in house; di un bando per la gestione ad un privato.
Si è aperto un dibattito cui sono intervenuti i consiglieri Schiano, Santoro,Marco Russo, Guanci e Attanasio.Tra i temi: la necessità di individuare una soluzione per la gestione del forno; la presenza della figura di un sorvegliante comunale e del garante dei diritti civili del defunto; l’istituzione, nel Servizio, di un dirigente di area tecnica oltre a quello di area amministrativa; la necessità di un ampliamento per le aree cimiteriali di San Giovanni, Miano e Chiaiano il cui iter burocratico terminerà entro l’anno; l’ipotesi di un bando internazionale di gestione per eludere speculazioni.
In chiusura il presidente Varriale ha espresso la soddisfazione dei commissari per il finanziamento di 1,5 milioni per garantire tempi certi e la consegna dell’ impianto entro il 2012 , auspicio che la Commissione aveva espresso in una precedente riunione nella scorsa settimana.
Fin da ora è indispensabile, ha concluso il Presidente, programmare la futura gestione dell’impianto una volta terminato, sia nel numero di addetti che nella loro formazione, non escludendo anche il ricorso ad un’apposita società in house.
Ulteriore obiettivo della Commissione sono inoltre l’ampliamento di alcune aree cimiteriali ed un lavoro per supportare la tempistica dell’iter burocratico per dare risposte concrete in tempi precisi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©