Politica / Parlamento

Commenta Stampa

NAPOLI, RIFIUTI, PALMIERI (NPSI): “DISARMANTI DICHIARAZIONI DA AMMINISTRAZIONE COMUNALE”


NAPOLI, RIFIUTI, PALMIERI (NPSI): “DISARMANTI DICHIARAZIONI DA AMMINISTRAZIONE COMUNALE”
18/12/2007, 14:12

E' a dir poco disarmante dover apprendere dai giornali l'intenzione dell'amministrazione comunale di stoccare tonnellate e tonnellate di ecoballe a Poggioreale, ricoprirle non si sa bene come e con cosa, ammantare il tutto con terriccio fertile affinché sopra vi cresca un bel prato. Siamo insomma a metà strada tra le balle ecologiche e l'irresponsabilità allo stato puro. Qualcuno dovrebbe tronare a spiegare al sindaco di Napoli ciò che il Prefetto Pansa ha potuto suo malgrado constatare: quelle che ci ostiniamo a chiamare ecoballe non sono tali, hanno un tasso di umidità di molto superiore al 5% e se nessuno se le prende è perché non servono a nulla: sono solo un impiccio pericoloso. Ma se la logica è quella di sollevare oil tappeto per infilarci la spazzatura sotto noi non ci stiamo. E continueremo a denunciare all'opinione pubblica le mistificazioni del centrosinistra. Ho inviato una seconda lettera al Commissario Straordinario per l'Emergenza Rifiuti per renderlo edotto della gravità dei fatti accaduti nel corso della seduta del Consiglio Comunale dedicata all'emergenza rifiuti: sull'assordante silenzio calato sulla pericolosità del sito che si vorrebbe aprire a Capodichino malgrado una precisa relazione dell'Enac, sull'ostinazione con la quale non si intende affrontare il nodo della produzione delle presunte ecoballe, sulla taciuta necessità di chiedere al governo lo stato di emergenza sanitaria, peraltro nei fatti già sancita da diversi magistrati che hanno emesso sentenze di risarcimento a favore di diversi cittadini, sulla necessità di attivare l'immediato avvio della raccolta differenziata semplificata (secco-umido) e dunque l'invio della parte umida verso impianti di compostaggio pubblici sottoutilizzati, anche in altre regioni italiane per poter stoccare subito e davvero dovunque, senza pericolo per nessuno e danno all'ambiente, la parte secca. Un resoconto, insomma, dal quale emerge l'evidente assoluta mancanza di volontà politica del governo cittadino e delle forze politiche che lo sostengono di farsi parte diligente nell'affrontare con rigore un problema che danneggia tutti o quasi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati

18/12/2007, 14:12

HAMILTON SENZA PATENTE