Politica / Napoli

Commenta Stampa

Alle porte il frullato nell’esecutivo cittadino

Napoli, rimpasto in Giunta tra eccellenze e convenienze

Al numero 2 potrebbe arrivare Mario Hubler

.

Napoli, rimpasto in Giunta tra eccellenze e convenienze
07/05/2013, 12:29

NAPOLI – Qualcuno sostiene che i tempi non sono ancora maturi, ma in effetti non esistono i tempi esatti per rinnovare l’esecutivo cittadino a Napoli, visti anche i disastri di questi ultimi tempi. Nella rosa dei nomi che circolano su personaggi ai quali affidare le stanze dei bottoni, spunta l’ipotesi Domenico Ciruzzi, penalista quotato, presidente della Camera penale partenopea, e galantuomo d’altri tempi. A Luigi de Magistris piace molto l’idea Ciruzzi, a cui magari affidare l’incarico una volta ricoperto dal collega Pino Narducci, aggiungendo anche il delicatissimo ufficio delle gare e dei contratti, per i quali non poche ombre sono calate su Palazzo S. Giacomo tra Coppa Davis, America’s cup e Giro d’Italia. Il gioco delle nomine ruota tutto intorno alle decisioni che saranno assunte dal PD, che adesso prima forza di governo, dovrebbe scendere in campo calando i propri nomi in seno alla giunta. Ma il dato più discordante sul quale si stanno facendo mille congetture è la possibile sostituzione di Tommaso Sodano. Per questo change di punta circolava il nome di Umberto Ranieri, nome che però contrasta col gradimento di de Magistris per il quale Ranieri ha avuto parole dure e quanto mai veritiere. Al grillo parlante Ranieri, voce della coscienza comune e politica, viene addirittura preferito Mario Hubler, ex Bagnoli Futura, ex Acn ed ex tutto quello che ha svolto in passato. E dopo le inchieste che le vedono al centro dello tsunami sul disastro ambientale in quelle di Bagnoli e la gestione di ACN, la società di scopo di Coppa America, Hubler si vedrebbe proiettato in un nuovo e più stimolante posto chiave, con la benedizione di Luigi de Magistris, e compagni d’avventura.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©