Politica / Politica

Commenta Stampa

Renzi: “Napolitano? Meno male che c’è”

Napolitano attacca Renzi: “Non stiamo perdendo tempo”


Napolitano attacca Renzi: “Non stiamo perdendo tempo”
04/04/2013, 19:05

 “Si sta perdendo tempo? Io personalmente non credo”. Risponde così – all’università La Sapienza di Roma -  il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, alle accuse del sindaco di Firenze, Matteo Renzi, che ha criticato la fase di stallo delle trattative tra Bersani e gli altri partiti politici per tentare la formazione di un nuovo governo.
Le accuse di del primo cittadino fiorentino sono rivolte solo al leader del Pd, Bersani e non al Presidente della Repubblica: “Dare la colpa a Napolitano per la situazione politica che si è creata è assurdo. Napolitano è stato in questi anni una assoluta certezza per il Paese. Meno male che c'è stato Napolitano”.
Renzi ha poi rincarato la dose dichiarando che – secondo lui – il segretario democratico si è fatto umiliare da Grillo. L'unica soluzione, per Renzi “è il governo col Pdl o il voto. Io comunque sono pronto”. Dichiarazioni che non sono state accolte bene dai democratici, tanto che il sindaco è stato accusato dai bersaniani di perseguire il progetto di Berlusconi .
Intanto, prende vita l’ipotesi di Renzi come "grande elettore" per il Quirinale. A far inserire il suo nome nella rosa dei candidati sta infatti lavorando la componente renziana del Pd in Consiglio regionale in Toscana: in questo modo il sindaco di Firenze potrebbe far pesare la quota dei suoi cinquanta fra deputati e senatori decisivi per gli equilibri in Parlamento.   

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©