Politica / Politica

Commenta Stampa

Scelta fatta dopo consulto Letta- Napolitano

Napolitano blocca il decreto salva Roma

Decreto: centro duro scontro parlamentare

Napolitano blocca il decreto salva Roma
24/12/2013, 20:49

ROMA- Il governo rinuncia a convertire il decreto salva Roma in legge, come sarebbe dovuto accadere il 3o dicembre . La scelta, riferisce Palazzo Chigi, è maturata dopo un consulto tra il premier Letta e Napolitano, durante il quale il Capo dello Stato ha espresso forti perplessità sull’appesantimento emendativo che in Parlamento aveva di fatto trasformato il decreto legge da lui firmato a suo tempo. Il decreto salva Roma, sul quale il governo aveva posto la fiducia lunedì 23 dicembre, nei giorni scorsi era stato al centro di un duro scontro parlamentare.

"Il governo l’aveva fatto per risolvere la rogna degli 864 milioni di debiti spuntati nei conti di Roma Capitale, ma già sapendo di far partire una diligenza destinata all’assalto generalizzato. E a palazzo Madama ci è stato caricato di tutto. Venti milioni per tappare i buchi del trasporto pubblico calabrese. Ventitré per i treni valdostani. Mezzo milione per il Comune di Pietrelcina, paese di Padre Pio. Uno per le scuole di Marsciano, in Umbria" dichiara Sergio Rizzo. 

Il decreto Milleproroghe che affrontato dal Consiglio dei ministri del 27 dicembre regolerà le sole situazioni indifferibili, a cominciare dalle norme sulla base delle quali il Comune di Roma ha approvato il proprio bilancio

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©