Politica / Politica

Commenta Stampa

"Nel '76 ci fu il coraggio delle larghe intese"

Napolitano contro i falsi moralizzatori

Presidente ricorda Chiaromonte fautore compromesso storico

Napolitano contro i falsi moralizzatori
08/04/2013, 20:09

ROMA - Manca poco alla scadenza del suo mandato ma mai come in questo periodo il Capo dello Stato lancia invettive e dichiarazioni contro l’attuale mondo politico. Giorgio Napolitano nel ricordare la figura di Gerardo Chiaromonte, tra i principali artefici del compromesso storico negli anni Settanta, senza mezze misure lancia un messaggio esplicito al Pd e al Pdl. E lamentando la lentezza e la poca disponibilità ad accordi sulla formazione di un governo di collaborazione, non dimentica una “frecciatina” a Beppe Grillo, accusandolo di “distruggere la politica”.
Ma il Presidente delle Repubblica rifacendosi al 1976 e dichiara:
“Ci volle coraggio in quella scelta inedita di larga intesa. Quel coraggio che ebbero il Pci e la Dc dinanzi a un Paese in grave difficoltà”.
Un parallelismo chiaro, tra quell’Italia di ieri e quella di oggi che trova difficoltà nell’individuare la strada per la ripresa.
Il capo dello Stato continua dicendo:
“Al di là di ogni discorso ristretto all'area delle forze di sinistra, il senso di una funzione e responsabilità nazionale democratica guidò Chiaromonte nella grande crisi e svolta del 1976, impegnandolo in prima linea al fianco di Enrico Berlinguer nella scelta e nella gestione di una collaborazione di governo conl a Democrazia cristiana dopo decenni di netta opposizione. E ci volle coraggio per quella scelta di inedita larga intesa e solidarietà, imposta da minacce e prove che per l'Italia si chiamavano inflazione e situazione finanziaria fuori controllo e aggressione terroristica allo Stato democratico come degenerazione ultima dell'estremismo demagogico”. Napolitano ha poi concluso dicendo riferendosi indirettamente a Beppe Grillo:
“Certe campagne, che si vorrebbero moralizzatrici in realtà si rivelano nel loro fanatismo negatrici e distruttive della politica”.
Ma il  messaggio del Capo dello Stato non è caduto nel vuoto. In serata  Silvio Berlusconi al Tg4 ha dichiarato che “Finalmente l'onorevole Bersani si è aperto e reso disponibile a un incontro anche se la data non è stata ancora fissata”.

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©