Politica / Parlamento

Commenta Stampa

"C'è bisogno di un ripensamento organizzativo"

Napolitano: elezione CSM in tempi brevi


Napolitano: elezione CSM in tempi brevi
06/07/2010, 21:07

ROMA  - Giorgio Napolitano, presidente della Repubblica, in Parlamento ha esortato ad eleggere in tempi rapidi i membri laici del Csm.
Lo sforzo dovrebbe essere quello di “allentare le ricorrenti tensioni tra istituzioni e tra forze politiche e culturali sui temi della giustizia”. Questo lo spirito, secondo Napolitano, per aprire “una nuova pagina, una nuova stagione, nelle travagliate vicende dello Stato di diritto nel nostro paese”.
Lui,  presidente del plenum del Consiglio superiore della magistratura, si augura questo e chiede ai  presidenti delle Camere di porre ogni cura affinché l’elezione dei membri laici del Csm “avvenga in tempi rapidi”.
Gli adempimenti istituzionali devono essere puntuali secondo il presidente, con l’auspicabile verificarsi di deliberazioni largamente condivise, affinché si possa costituire un passo importante ai fini dell’allentamento delle eterne tensioni sulla giustizia.
Uno sprone che giunge quando i magistrati hanno già votato, con un’alta affluenza alle urne, al voto per l’elezione dei 16 componenti togati del plenum di Palazzo dei Marescialli. Per lo scrutinio bisognerà aspettare 24 ore.
Il primo voto delle Camere non è stato possibile per mancanza del numero legale. Così sembra che sarà anche per il prossimo incontro, in vista per giovedì. A incidere sullo stallo è l’incertezza sul ruolo di vicepresidente del Csm, attualmente ricoperto da Nicola Mancino.
“Per una vera riforma- ha affermato Napolitano- occorre anzitutto un complessivo ripensamento organizzativo interno”.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©